Nba, playoff: Harden piega Golden State, Rockets ancora vivi

Houston vince 97-96 gara 3 e accorcia nella serie. Bene anche Oklahoma City e Toronto

Nba, playoff: Harden piega Golden State, Rockets ancora vivi

Un canestro a 2” dalla sirena di Harden (35 punti per lui) consente a Houston di piegare Golden State (97-96) in gara 3 del primo turno di playoff e di accorciare la serie portandosi sull’1-2. Warriors in ansia per Curry, ancora out per l’infortunio alla caviglia e in dubbio anche per gara 4. La notte sorride anche a Oklahoma City e Toronto: i Thunder vincono 131-102 Dallas, i Raptors 101-85 sul campo dei Pacers. Entrambe conducono 2-1 nella serie.

No Curry, no party: eppure Golden State, dopo aver trascorso quasi tutta la partita in svantaggio, era riuscita a mettere la freccia negli ultimissimi minuti, intravedendo così il terzo punto della serie, ma si è dovuta inchinare allo strapotere di Harden (che oltre ai 35 punti, mette a referto pure 9 assist e 8 rimbalzi). Un canestro a due secondi dall'ultima sirena regala la vittoria a Houston, che il massimo vantaggio l'ha toccato poco prima dell'intervallo lungo (53-36): ai Warriors non bastano i 22 centri di Speights, i Rockets tornano in carreggiata.

Si riprende il fattore campo invece Oklahoma che, dopo il bruciante ko interno in gara-2, espugna Dallas grazie alla serata magica dei suoi due uomini simbolo: Durant chiude con 34 punti, 3 assist e 7 rimbalzi, mentre doppia doppia per Westbrook con 26 punti e 15 assist. Mavericks mai in partita, così come Indiana che sembra aver perso la bussola dopo il convincente successo in gara-1 a Toronto: i Raptors fanno il colpo all'American Airlines Center trascinati da Lowry e DeRozan (22 punti per entrambi), ai Pacers non basta un Paul George da 25 centri e 10 rimbalzi.

TAGS:
Nba
Houston rockets
Golden state warriors
Toronto raptors
Indiana pacers