BASKET

Basket, Torneo AusTiger: l'Italia combatte ma si arrende 82-80 alla Francia  

Quinta sconfitta consecutiva per gli Azzurri, che giocano alla pari con i transalpini

  • A
  • A
  • A

Seconda sconfitta per l'Italbasket a Shenyang (Cina) nel Torneo AusTiger, l'ultimo in preparazione del Mondiale: la Francia vince con il punteggio di 82-80. L'Italia, con Gallinari, Belinelli e Datome nel quintetto iniziale, combatte alla pari e va anche sul +9, prima di chiudere il primo tempo sul -1 (39-38). Nella ripresa i transalpini fuggono trascinati da Fournier: agli Azzurri, sprofondati a -14, non basta il cuore e una grande rimonta.

Ci sono sconfitte e sconfitte, perché il risultato non dice quasi mai tutto. Le scoppole contro Serbia e Grecia nel torneo dell'Acropoli sono già un lontano ricordo. L'Italia conferma di essere pronta a giocare a viso aperto contro i top team. Per Meo Sacchetti è un'ottima notizia: sarebbe stata fantastica se l'82-80 finale avesse premiato gli Azzurri e non la Francia nella seconda partita del Torneo AusTiger. È la quinta sconfitta consecutiva per l'Italbasket, ma per vincere ci sono occasioni e partite molto più propizie. Non bastano 20 punti di Marco Belinelli, 15 di Danilo Gallinari e 14 di un Alessandro Gentile che conferma la buona forma delle ultime amichevoli: la Francia è squadra esperta, ricca di giocatori che anche in Nba riescono a fare la differenza, come Rudy Gobert, Evan Fournier e Nicolas Batum. La guardia degli Orlando Magic è il mattatore di serata, con 29 punti e un terzo quarto da trascinatore vero.

È l'Italia a partire meglio. Belinelli trova subito la prima tripla dell'incontro, gli Azzurri tengono in difesa ma subiscono il recupero della Francia, che chiude in vantaggio il primo quarto (20-18). I successivi dieci minuti sono contrassegnati da due mega-parziali. Gallinari segna tre tiri liberi e sigla il 26-25 del sorpasso, una bomba di Belinelli vale il 34-25, a conclusione di un break di 13-0. Vincent Collet, ct francese, ne ha abbastanza e schiera un quintetto di eccellenza: Okobo, de Colo, Batum, Fournier e Gobert. I risultati arrivano presto: controparziale di 10-0 e primo tempo chiuso sul 39-38, con il centro dei Jazz che travolge ogni cosa che passa nel pitturato. Nella ripresa si scatena un indiavolato Fournier, che si porta sulle spalle la Francia e la trascina sul +14. L'Italia non si perde d'animo e punto dopo punto riesce a ricucire le distanze. La partita diventa sporca, fallosa, da Mondiale anche se è solo un'amichevole. La Francia va in confusione in attacco e gli Azzurri si portano sul -3 (65-62) con un gioco da tre di Tessitori. Una tripla di Datome incendia gli ultimi possessi: l'Italia è a -2 e nel gioco dei liberi arriva anche a una lunghezza. Ma è la Francia a prevalere, con il solito Fournier, che nei secondi finali trova una tripla e un assist per Gobert. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments