FINAL EIGHT

Basket, Coppa Italia: Fortitudo Bologna-Brindisi è la seconda semifinale, fuori Brescia e Sassari

La Pompea supera la Germani 76-73, i sardi si arrendono 91-86 ai pugliesi trascinati dai 37 punti di Banks

  • A
  • A
  • A

La seconda semifinale della Final Eight di Coppa italia sarà Fortitudo-Brindisi, raggiungendo così tra le prime quattro Milano e Venezia. Alla Vitrifrigo Arena di Pesaro sfida equilibrata tra Brescia e Fortitudo: i lombardi si impongono 76-73 trascinati da Henry Sims, 17 punti e 8 rimbalzi, e da Aradori con 16 punti. Brindisi batte Sassari 91-86 grazie ai canestri di uno scatenato Adrian Banks, inarrestabile in attacco con 37 punti.

GERMANI BASKET BRESCIA-POMPEA FORTITUDO BOLOGNA 73-76
La Leonessa bresciana non riesce a mordere l’Aquila fortitudina nel momento cruciale del match, i bolognesi volano via negli ultimi minuti e festeggiano il raggiungimento della semifinale. Dopo 14 anni la Fortitudo torna alla Final Eight e inizia il match con la giusta convinzione, i canestri di Pietro Aradori ed Henry Sims danno fiducia ai bolognesi in un avvio equilibrato. Fantastici i due punti di sinistro di Stefano Mancinelli (tredicesima stagione in maglia Fortitudo per il veterano) che regalano il 17-17 alla Pompea in chiusura di prima frazione, pulizia tecnica da manuale. Nel secondo quarto Brescia si procura dei buoni tiri e non riesce a mandarli a bersaglio, poi la Germani inizia a segnare ma la Pompea non è da meno. 34-33 per Brescia dopo 20 minuti di partita, la Leonessa tira malissimo da tre e non riesce a ottenere un margine più cospicuo. Nel terzo periodo Luca Vitali trascina avanti i suoi con la sua leadership e un bel canestro cadendo all’indietro, Awudu Abass inizia a ingranare in attacco e la Germani allunga. Il finale di quarto è spezzettato dai falli, Brescia rallenta e il sottomano di Daniele Cinciarini riporta la Fortitudo sul -3, 56-53 il punteggio. Il quarto quarto si apre con le triple di Abass e Moss inframmezzate dal gioco da quattro punti di Aradori, i lombardi restano avanti ma i bolognesi non si arrendono. La settima tripla della stagione di Mancinelli vale il -2 per la Pompea, Aradori provoca il quinto fallo di David Moss e va in lunetta per il 64 pari. Sims è inarrestabile sotto i tabelloni e regala cinque punti di vantaggio alla Fortitudo, Vitali e Cain riportano sotto la Germani ma Matteo Fantinelli fa due su due dalla lunetta e chiude i giochi sul 76-73.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-HAPPY CASA BRINDISI 86-91
Gianmarco Pozzecco di solito ha la capacità di replicare il suo DNA con l’abitudine a vincere le partite tirate in quello dei suoi giocatori, ma stavolta trova sulla sua strada un Adrian Banks immarcabile, che mette a segno 37 punti e trascina i pugliesi in semifinale. La seconda forza della Serie A di basket sfida la quinta, ma nell’avvio di partita il parziale di 13-4 di Brindisi annulla qualsiasi differenza. I pugliesi si fanno trascinare dal miglior realizzatore della Serie A, Banks, che trova subito la retina con continuità e costringe in fretta Pozzecco a chiamare timeout. In campo l’intensità è notevole, Sassari risale e Curtis Jerrels con un sottomano in contropiede regala ai suoi il -4, la prima frazione finisce 26-22. Nel secondo quarto Banks si conferma immarcabile e inizia anche a distribuire assist, il collettivo dei sardi però resiste all’urto e alla sirena che annuncia l’intervallo lungo i pugliesi sono avanti soltanto 39-38. Ritmo serrato anche nel terzo periodo, per Brindisi si accende Dominique Sutton che sotto il canestro avversario non è arginabile. Le difese sono stanche dopo tanti duelli e gli attacchi vanno a segno con continuità: Sutton e Banks si esaltano, Jerrels al contrario di un sontuoso Dyshawn Pierre sbaglia troppo e il quarto quarto inizia sul 64-61 per Brindisi. Il primo canestro dell’ultimo periodo è di Banks, tanto per cambiare, Raphael Gaspardo dà una mano per il +5 e Pozzecco deve chiamare timeout. Due triple di Stefano Gentile riportano avanti i sardi, poi torna l’equilibrio in un match tiratissimo. La beffarda tripla di Kelvin Martin, che rimbalza sul ferro e poi entra, regala il +3 alla Happy Casa. I viaggi in lunetta non cambiano le cose e la partita finisce 91-86 per Brindisi, che ringrazia Banks e va in semifinale.

Vedi anche Basket, Final Eight Coppa Italia: Milano-Venezia la prima semifinale, Virtus subito fuori Basket Basket, Final Eight Coppa Italia: Milano-Venezia la prima semifinale, Virtus subito fuori

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments