LA TRAGEDIA

MMA: mangia un'anguria avvelenata, muore il russo Pisarev

Il 33enne lottatore trovato senza vita dal padre: la moglie ricoverata in ospedale per intossicazione alimentare

  • A
  • A
  • A
© foto da video

Lutto nel mondo della MMA. Il lottatore russo Alexander Pisarev è tragicamente scomparso all'età di 33 anni dopo aver mangiato un'anguria avvelenata. Pisarev è stato trovato morto nel suo appartamento di Mosca da suo padre il 30 ottobre. "Alexander Pisarev è morto nel sonno e non ha avuto problemi di salute cronici. Secondo i dati preliminari, la morte è stata il risultato di un'intossicazione alimentare" ha reso un noto un membro del suo team all'agenzia TASS.

La moglie dello sfortunato fighter, secondo diversi media locali, sarebbe ricoverata in ospedale per un'intossicazione alimentare. Igor Vladimirovich, il padre di Pisarev, è tornato nel suo appartamento dopo aver portato a spasso il cane di famiglia e ha scoperto che il figlio non respirava più. "Ho guardato nella stanza, Alexander e sua moglie stavano dormendo - ha spiegato alla Pravda - Mi sono avvicinato e poi mi sono reso conto che mio figlio non respirava più. Aveva delle fratture delle dita dopo gli ultimi combattimenti, ma questo non è niente. Tutti mangiamo lo stesso cibo, viviamo insieme".

Solo un'autopsia determinare le cause della morte, intanto le autorità locali hanno aperto un'indagine per far luce sulla morte del campione di MMA. "Gli investigatori, con la partecipazione di uno specialista forense, stanno conducendo un'ulteriore ispezione della scena, confiscando oggetti rilevanti per l'indagine e pianificando un esame chimico forense" ha reso noto il comitato investigativo di Mosca.

Vedi anche Leggenda della MMA no vax in ospedale con la polmonite: "Il Covid non è un fottuto scherzo" Altri sport Leggenda della MMA no vax in ospedale con la polmonite: "Il Covid non è un fottuto scherzo"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti