Atletica, Tamberi scaccia l'incubo: vola a 2.33, secondo posto a Eberstad

Grande risultato per "Gimbo" che non superava il muro del 2.30 da due stagioni

  • A
  • A
  • A

Guizzo di Gianmarco Tamberi che ha saltato 2.33 metri a Eberstad, in Germania, in un tradizionale meeting di fine stagione. Una grande liberazione per ‘Gimbo' che non superava il muro del 2.30 dal 2016 quando in una sola notte a Montecarlo prima segnò il nuovo record italiano saltando 2,39 e poi si infortunò alla caviglia con un terribile infortunio. Il saltatore italiano ha concluso in seconda posizione alle spalle dell'australiano Brandon Starc.

Una grande felicità per Tamberi che ha esultato vicino il materasso inscenando prima un balletto e poi togliendosi la maglietta. “Per me è una felicità incredibile e mi sono tolto un peso enorme - le sue parole alla Fidal -. Una soddisfazione che mi fa sentire ripagato di tutto il lavoro che ho fatto, di quello che ho dato a questo sport negli ultimi due anni. Ho tenuto duro, perché mi interessava tornare a essere tra i migliori, nonostante le recenti delusioni. Non sono uno che si accontenta. E oggi quando ho saltato 2,30 sono quasi svenuto per la grandissima emozione. Sapevo di star bene dal punto di vista fisico e mi sentivo pronto anche mentalmente”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments