Nfl: urlo Saints, primo stop per i Falcons

Nell'anticipo della sesta settimana New Orleans batte 31-21 Atlanta infliggendo loro la prima sconfitta stagionale

Nfl: urlo Saints, primo stop per i Falcons

Si ferma la marcia degli Atlanta Falcons! Nell'anticipo della sesta settimana del campionato di football americano Nfl la franchigia della Georgia, reduce da 5 successi nelle prime 5 gare, ha perso 31-21 in casa dei New Orleans Saints che hanno così conquistato la loro seconda vittoria a fronte di quattro sconfitte. Brilla il running back Mark Ingram, autore di due touchdown, mentre i Falcons pagano i due turnover di Ryan e Coleman.

La gara si apre male per i Falcons perchè nel primo quarto si trovano già sotto 14-0: apre la meta del running back Mark Ingram, poi Michael Mauti, figlio di Rich, lui pure ex giocatore dei Saints, blocca il punt di Bosher e ricopre la palla in endzone per il secondo touchdown di serata. Nel secondo quarto Ryan trova White in endzone per la meta del 14-7 ma poi i Falcons perdono due palloni importanti con Coleman e lo stesso Ryan.

Nella ripresa New Orleans allunga nel punteggio grazie al tight end Ben Watson che riceve in endzone il lancio di Drew Brees per il 24-14: serata magica per Watson che riceve per ben 127 yards, suo massimo in carriera. Nel quarto ed ultimo periodo a nulla valgono le due mete di Freeman per i Falcons: in mezzo, a 8 minuti dalla fine, arriva il secondo touchdown di Ingram per i Saints che mette la parola fine sul match e infligge il primo stop stagionale ad Atlanta.

TAGS:
Nfl
Usa
Altrisport

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X