MotoGP, cambia la patente a punti: basta partenza dall'ultima fila

Si verrà squalificati per un GP se si raggiunge quota 10

Rossi (Afp)

In MotoGP cambiano le penalizzazioni. La Federmoto internazionale, infatti, ha deciso di modificare il regolamento della cosiddetta "patente a punti" dopo che nell'incandescente finale di stagione dello scorso anno, Valentino Rossi fu costretto a partire dall'ultima fila a Valencia per aver raggiunto 4 punti di penalità in seguito alla punizione inflittagli dai commissari per il contatto con Marquez nel GP della Malesia.

Ora questo non sarà più possibile in quanto la Fim ha stabilito che solo al raggiungimento dei 10 punti di penalizzazione il pilota non potrà partecipare alla gara successiva. Eliminate, quindi le sanzioni intermedie come le partenze dall'ultima fila o dalla pit-lane dopo i 4 o i 7 punti. Insomma, si è voluto fare un passo indietro, forse per evitare il ripetersi di un caso che non ha fatto bene all'immagine del Motomondiale, anche se così i piloti saranno legittimati a compiere più di una scorrettezza, sapendo di non essere puniti nell'immediato. In aggiunta, la Grand Prix Commissione ha annunciato che "team e piloti non devono fare dichiarazioni o comunicati stampa considerati irresponsabili e quindi dannosi per il campionato".


TAGS:
MotoGP
Fim
Rossi
Marquez