SportMediaset

Roma, il futuro di Totti entro due settimane: decide Pallotta

Il presidente sta con Spalletti ma se nell'incontro di marzo col capitano tornerà il feeling, il tecnico potrebbe anche lasciare

Spalletti-Totti, foto Lapresse

Da una parte Totti, dall'altra Spalletti. In mezzo, c'è Pallotta che è a fianco del tecnico e negli Usa si confronta con i suoi collaboratori in vista del ritorno in Italia, a inizio marzo. Proprio in quei giorni incontrerà il capitano giallorosso, gli proporrà un futuro da dirigente ma, se Totti lo convincesse per un altro anno alla Roma da giocatore, potrebbe scatenare le dimissioni, a fine stagione, di Spalletti.

Una situazione più che delicata, uno snodo cruciale per la Roma del futuro. Se Totti si sente messo da parte, poco rispettato, Spalletti (lo ha ribadito anche nel post-Palermo) sente che voltare pagina sia più giusto: "Sono stato chiamato per aggiustare le cose, devo dare segnali". La società, come riferisce il Corriere dello Sport, preferirebbe che il capitano accettasse il contratto quinquennale da dirigente - già impostato, manca solo la data di partenza - ma Totti spinge per il rinnovo da calciatore, a cifre più basse però partendo alla pari con tutti. 

Da qualsiasi prospettiva la si guardi, è una situazione ai limiti dell'impossibile. Con Totti in rosa anche nel 2017, secondo la Gazzetta Spalletti potrebbe anche scegliere di lasciare la Capitale a fine stagione. Con Totti dirigente, non è che la situazione sarebbe migliore. Non a caso, Pallotta ha già iniziato a ricevere abboccamenti da Mls e Cina: "E' vero che che Totti vuole andarsene dalla Roma? Qui abbiamo spazio...". E allora tutto è nelle mani del presidente, che potrebbe contattare il numero 10 già in queste ore ma non prenderebbe una decisione prima del ritorno in Italia, vuole parlargli faccia a faccia. E intanto i tifosi, schierati con il loro Re, attendono anche perché sarebbe un peccato mortale vanificare la rincorsa al terzo posto proprio sul più bello per problemi di spogliatoio.

TOTTI IN CAMPO CON IL GRUPPO

La Roma ha ripreso gli allenamenti a Trigoria in vista del match contro l'Empoli. Prima lavoro in palestra poi in campo i giocatori che non hanno partecipato alla vittoria contro il Palermo, compreso Francesco Totti regolarmente in gruppo, mentre per gli altri lavoro defaticante. Per il capitano giallorosso primo contatto con Spalletti dopo che l'Olimpico si è schierato a favore del giocatore.

NIENTE COLLOQUIO CON SPALLETTI

La quiete dopo la tempesta del weekend è arrivata anche a Trigoria, ma è una pace apparente. Al contrario di quanto ipotizzato, non c'è stato alcun colloquio tra Francesco Totti e Luciano Spalletti, con le rispettive prese di posizioni che sono destinate a rimanere tali senza ulteriori faccia a faccia. Il capitano della Roma dopo l'allenamento col gruppo è tornato a casa evitando di tornare sull'argomento. Tutto è quindi rimandato all'intervento del presidente Pallotta.

TAGS:
Calcio
Roma
Francesco Totti
Luciano Spalletti
James Pallotta