Nba, super LeBron trascina i Cavaliers. Belinelli protagonista con Philadelphia

Miami non lascia scampo a New York, colpo di New Orleans contro Indiana, continua a vincere San Antonio

Nba, super LeBron trascina i Cavaliers. Belinelli protagonista con Philadelphia

C’è voluto un grandissimo LeBron James per guidare Cleveland alla vittoria contro Toronto, capolista della East Conference, mentre Belinelli è stato tra i migliori nella vittoria di Philadelphia (la quarta di fila) contro Memphis (119-105). Miami liquida New York 119-98, New Orleans supera Indiana 96-92, San Antonio ha la meglio su Washington 98-90. Bene anche Los Angeles, Denver e Charlotte.

TORONTO RAPTORS-CLEVELAND CAVALIERS 129-132
Una partita ricca di emozioni e di giocate tra due delle squadre più forti dell'Eastern Conference. Parte meglio Cleveland che nel primo quarto conclude sul parziale di 38-42, poi Toronto ritorna alla carica e si porta avanti nel secondo; i Cavs però si rifanno sotto nella terza frazione, per poi mettere fine ai giochi nell'ultimo quarto. La firma di questo successo per Cleveland non poteva che essere di LeBron James, autore di una grande doppia doppia con 35 punti e 17 assist, zero palle perse. Bene anche Love, doppia doppia con 23 punti e 12 rimbalzi, e Hill con 22 punti. Ottima prova tra i Raptors per DeRozan, 21 punti, Lowry, 24 punti, e Valanciunas, che chiude con 15 punti. Toronto rimane leader mentre i Cavs consolidano il terzo posto.

MEMPHIS GRIZZLIES-PHILADELPHIA SIXERS 105-119

Successo importantissimo di Philadelphia contro Memphis. Grizzlies che non hanno mai mollato, specialmente Green con 14 punti, gli stessi di Brooks. Bene anche Davis, doppia doppia con 16 punti e 11 rimbalzi, e Selden con 18 punti. Dall'altra parte un ottimo Belinelli aiuta la propria squadra con 15 punti, gli stessi di Covington, Embiid e Saric. I Sixers, approfittando anche del passo falso di Indiana, sono quarti a Est, mentre Memphis rimane penultima a Ovest.

CHARLOTTE HORNETS-BROOKLYN NETS 111-105
Non inizia nel migliore dei modi la gara per Charlotte, costretta alla rimonta negli ultimi due quarti. Grandi numeri per gli Hornets: sono 24 i punti di Kemba Walker, mentre la doppia doppia di Howard è di 32 punti e ben 30 rimbalzi, invece per i Nets si salva solo D'Angelo Russell con 19 punti.

NEW YORK KNICKS-MIAMI HEAT 98-119
Miami era chiamata assolutamente alla vittoria e alla fine ci è riuscita, rispedendo al mittente New York. Non bastano i 22 punti di Beasley e la doppia doppia (23 punti e 13 rimbalzi) di Kanter ai Knicks, visto che Johnson con 22 punti e Olynyk con una doppia doppia di 22 punti e 10 assist permettono agli Heat di ottenere il successo.

INDIANA PACERS-NEW ORLEANS PELICANS 92-96
Pesante ko di Indiana contro New Orleans. Oladipo ci mette del suo per aiutare la sua franchigia, mettendo a referto 21 punti, invece il compagno Turner fa registrare una doppia doppia con 13 punti e 10 rimbalzi. Pelicans invece in forma smagliante: doppia doppia di 28 punti e 13 rimbalzi per Davis e 23 punti per Moore. New Orleans ora è quarta dietro a Oklahoma a Ovest mentre a Est Indiana ora è quarta dietro Philadelphia.

DENVER NUGGETS-CHICAGO BULLS 135-102
Non c'è stata storia tra Denver e Chicago. L'intero quintetto iniziale degli ospiti è riuscito a superare i 15 punti: bisogna evidenziare Chandler con 19 punti, Millsap con 22 e Jokic con 21. Male invece i Bulls, con Felicio top scorer di squadra con 16 punti mentre Valentine non supera i 10. Denver è nona nella Western Conference mentre Chicago è dodicesima a Est.

LOS ANGELES CLIPPERS-MILWAUKEE BUCKS 127-120
Match molto tirato che ha visto prevalere Los Angeles. I Clippers sono stati trascinati da uno scatenato DeAndre Jordan, autore di una doppia doppia con 25 punti e 22 rimbalzi, segue Rivers con 22 punti, Harris con 18 ed infine Teodosic con 15. Dall’altro lato, Middleton sugli scudi con 23 punti, bene anche Bledsoe con 19 punti, per Antetokounmpo score di 12 punti. I Bucks sono ottavi a Est mentre Los Angeles è decima a Ovest.

WASHINGTON WIZARDS-SAN ANTONIO SPURS 90-98
San Antonio sembra aver ritrovato finalmente lo smalto perduto, superando Washington in una gara molto combattuta. Oubre Jr. e Bradley Beal cercano di contrastare gli attacchi avversari e, nonostante i 21 punti ciascuno, sono costretti a capitolare davanti a Marcus Aldridge, autore di 27 punti, e Anderson, 16 punti per lui. Gli Spurs hanno guadagnato posizioni nelle ultime settimana, infatti ora sono sesti a Ovest, invece i Wizards sono sesti a Est dietro Indiana.

TAGS:
Nba
Usa
Basket

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X