ROLAND GARROS

Tennis, Roland Garros: titolo femminile alla Swiatek, Kenin ko in finale

La diciannovenne polacca si impone 6-4, 6-1 contro un'acciaccata Kenin e conquista il suo primo titolo dello Slam

  • A
  • A
  • A

La finale femminile del Roland Garros va a una strepitosa Iga Swiatek che, sconfiggendo 6-4, 6-1 la statunitense Kenin (numero 6 del mondo), fa percorso netto a Parigi non perdendo mai un set ma soprattutto festeggia il primo titolo in un torneo del Grande Slam. La polacca, giustiziera nei quarti di Martina Trevisan, si aggiudica l’ultimo atto dell’Open di Francia in 1 ora e 20 venti minuti schiantando un’avversaria non al top fisicamente.

Iga Swiatek conclude nel migliore dei modi un Roland Garros dominato sin dal primo turno imponendosi con autorità (6-4, 6-1) in finale su Sofia Kenin e conquistando così il primo titolo in carriera in un torneo del Grande Slam. Come le rivali affrontate nei turni precedenti, anche la statunitense si deve arrendere alla freschezza e alla potenza dei colpi della polacca, capace di terminare l’Open di Francia senza perdere nemmeno un set. La finale si apre proprio nel segno della diciannovenne di Varsavia che in men che non si dica fa valere la propria pesantezza di palla per salire subito 3-0. A questo punto però Swiatek va fuorigiri e inizia a perdere smalto consentendo a Kenin di guadagnare campo e fiducia che la portano in breve ad impattare sul 3-3. Nell’ottavo combattutissimo game, tra diverse opportunità per entrambe le giocatrici, è la polacca ad avere la meglio e ad andare a servire per il set sul 5-3. Swiatek tuttavia in battuta trema e si fa controbrekkare da Kenin la quale, come la rivale, non è brillante al servizio e finisce per cedere game e primo set alla tennista europea. Il secondo parziale si apre con break da una parte e dall’altra prima che la statunitense (in campo con un’ampia fasciatura alla coscia sinistra) chieda l’intervento del medico sul 2-1 per l’avversaria. Al rientro in campo Kenin, a freddo, perde nuovamente la battuta mettendo in discesa la strada verso il titolo della polacca che, sulle ali dell’entusiasmo, vola in scioltezza sul 4-1 e poi chiude la pratica 6-1.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments