CORSA IN MONTAGNA E TRAILRUNNING

Riflessi iridati in campo azzurro: Dream Team Italia per i Mondiali in Thailandia

Tutti i numeri del Team Italia per la prima edizione dei Mondiali di corsa in montagna e trail

di
  • A
  • A
  • A
© Marco Gulberti

Cosa fatta, capo ha. È tutto pronto e fissato, insomma. Sono alte le aspettative azzurre per l’edizione inaugurale dei Campionati Mondiali di corsa in montagna e trail, in programma da giovedì 3 a domenica 6 novembre a Chiang Mai, in Thailandia. La nostra Nazionale è attualmente forte (in tutti in sensi, noi ci crediamo) di quarantuno elementi, con un bilancio molto vicino al sostanziale pareggio (anzi, equivalenza) tra uomini e donne: ventidue a diciannove. Come detto, le candidature italiane alle medaglie sono parecchio autorevoli e grandi sono le speranze di un ricco bottino finale, mentre sono ormai molto piccoli i numeri del conto alla rovescia in vista del Mondiale asiatico, ripetutamente rinviato a causa della pandemia e del’emergenza sanitaria.

© Marco Gulberti

Gli atleti selezionati per la rappresentativa azzurra alla rassegna iridata sono stati ufficializzati già alla fine di settembre, su indicazione del coordinatore tecnico di settore Paolo Germanetto, di comune accordo con la direzione tecnica federale FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera). Le medaglie in palio sono - sia in campo maschile che femminile - quelle delle prove Classic Up&Down, Only Up (Vertical), Short Trail e Long Trail. Gli atleti Under 20 si concentreranno invece sulla sola prova Classic Up&Down.

© Marco Gulberti

Composta come detto da quarantuno elementi (conto nel quale rientrano gli otto Under20, equamente divisi tra ragazze e ragazzi), la formazione della Nazionale fa attualmente capo a ben trentuno diverse società. Un dettaglio a nostro parere significativo e positivo, che riassume la massima rappresentanza per l’intero movimento e fa il paio con l’equivalenza di atleti uomo-donna tra pochi giorni all’imbarco del volo per la Thailandia. Al quale dovrà purtroppo rinunciare una delle atlete di punta e più attesa della nostra rappresentativa: Martina Valmassoi.

© Facebook

La forte trailrunner e reporter di Pieve di Cadore (Belluno) ha dovuto dare forfait a causa di un incidente che le è capitato sabato 8 ottobre durante un’uscita in montagna, che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche. Una caduta di massi l’ha sfiorata, procurandole comunque una frattura e di fatto estromettendola dai Mondiali, come ci ha direttamente confermato il coordinatore tecnico Germanetto:

“Martina non verrà sostituita, anche per l’impossibilità di farlo con un’atleta dello stesso valore ed attualmente preparata per correre una prova da ottanta chilometri come quella in programma al Mondiale”.

In Thailandia la portacolori di Polisportiva Caprioli sarebbe arrivata nel ruolo di protagonista, con buone carte da giocare nella specialità Long Trail ed al culmine di una straordinaria stagione che l’ha tra l’altro vista vincere - alla fine di agosto - una delle prove più importanti del sistema UTMB (Ultra Trail du Mont-Blanc): la TDS-Sur les Traces des Ducs de Savoie: 145 chilometri e quasi 9000 metri di dislivello positivo da Courmayeur a Chamonix.

© Marco Gulberti

La parte del leone la fa lo storico sodalizio di Atletica Valli Bergamasche (cinque atleti, tutti nel settore maschile), mentre due elementi sono quelli “forniti” al Dream Team azzurro da Atletica Saluzzo, Atletica Val Brembana, Podistica Valle Varaita, Sport Projetc VCO, Freezone e - last but not least - La Recastello Radici Group con il fortissimo binomio Alice Gaggi-Vivien Bonzi nel “completo” della Classic Up&Down.

Doppio impegno nelle gare di “sola salita” e di “salita e discesa” per il fortissimo Cesare Maestri, tre anni fa vicecampione del mondo sulla distanza classica nel Mondiale “patagonico” di corsa in montagna a Villa La Angostura, in Argentina. Senza dimenticare che - molto più recentemente - il toprunner di Atletica Valli Bergamasche è stato rispettivamente oro e argento in queste specialità lo scorso mese di luglio nei Campionati Europei di corsa in montagna e trail a El Paso, sull’isola di La Palma, quinta isola dell’arcipelago delle Canarie per popolazione ed estensione. Rassegna continentale che l’Italia ha peraltro chiuso con il primo posto nel medagliere!

© Marco Gulberti

Doppio impegno anche quello che attende Xavier Chevrier (compagno di squadra di Maestri), oro continentale a squadre Up&Down. Solo i due atleti di Atletica Valli Bergamasche entreranno in azione nella Classic &Down e nella Only-Up. Tra i selezionati per il Mondiale “thai” anche l’argento mondiale delle lunghe distanze Francesco Puppi (Short Trail) ed Henri “Aymo” Aymonod, vincitore della Coppa del Mondo 2021 di corsa in montagna. Sciolti tutti i dubbi iniziali sulla partecipazione di Alberto Vender, uno degli elementi di punta di un team azzurro peraltro tutto ad altissimo tasso di qualità. Rientrato in gara nel recente appuntamento tricolore del Trofeo Ciolo a Gagliano del Capo, il campione trentino dei Brooks Trail Runners viene dato in "bella crescita" da Germanetto.

© Marco Gulberti

A differenza di quanto avviene tra gli uomini (ma limitatamente ai soli Maestri e Chevrier) in campo femminile nessun doppio impegno per le nostre diciannove rappresentanti. È la prima volta nella Nazionale di corsa in montagna per la siepista e specialista del cross Valeria Roffino che non si fa mancare nulla, visto che per lei la sfida mondiale rappresenta il rientro in maglia azzurra dopo la recente maternità. Last but not least, come si dice, Mondiali&voglia di riscatto per Fabiola Conti. Fermata per tutta l’estate da un infortunio - dopo una primavera nella quale aveva fatto incetta di vittorie - la campionessa di Runaway Milano ASD era stata selezionata per i Mondiali di Skyrunning di fine estate nelle valli piemontesi dell’Ossola ma non era poi entrata in azione. A Chiang Mai l’ufficiale (degli Alpini) Fabiola figura nel quartetto pronto a difendere i colori azzurri nello Short Trail.

© Facebook

A proposito di impegno su più fronti e su più versanti (parlando di corsa sui sentieri), tre gli azzurri che si preparano a partire per la Thailandia con un bagaglio in qualche modo più… pesante del resto del gruppo: un overload fatto di esperienza ma anche di metallo prezioso. Stiamo parlando di Cristian Minoggio, Giuditta Turini e Chiara Giovando, nei ranghi della Nazionale anche agli appena citati Mondiali “sky” ossolani.

© Facebook

Il fortissimo toprunner piemontese di Pegarun ASD si era aggiudicato la medaglia d’oro nella SkyUltra, imitato nella prova femminile (per un clamorosa doppietta tricolore) dalla valdostana Turini, mentre l’altra atleta piemontese Chiara Giovando si era messa al collo il bronzo della combinata (vertical+sky). Risultati che - insieme all’argento di Marcello Ugazio ed al bronzo di Alex Oberbacher nella prova vertical ed al bronzo di Martina Cumerlato nella sky - avevano permesso all’Italia di aggiudicarsi l’oro nella classifica per Nazioni (davanti a Spagna e Giappone) e di prevalere nel medagliere su Svizzera, Repubblica Ceca, Romania e USA.

© Marco Gulberti

E già che ci troviamo in contesto internazionale, ne approfittiamo per ricordare che - in attesa del Mondiale WMTRC in Estremo Oriente - già un mese fa è stata presentata alla stampa la prossima edizione della rassegna iridata. Dopo il debutto in Estremo Oriente, la scelta è caduta sull’Europa ed in particolare sulle montagne del Tirolo, in Austria. I World Mountain and Trail Running Championship (WTMRC) del 2023 sono in programma all’inizio di giugno (del prossimo anno appunto) ad Innsbruck e nella Staubaital, la valle di Stubai.

© Facebook

Tornando al presente, di seguito la lista completa della selezione azzurra in Thailandia

UOMINI

Classic Up&Down

Xavier Chevrier      Atletica Valli Bergamasche

Cesare Maestri       Atletica Valli Bergamasche

Daniel Pattis        ASD Suedtirolo Team Club

Alberto Vender       Società Atletica Valchiese

Only Up

Henri Aymonod        US Malonno

Xavier Chevrier      Atletica Valli Bergamasche

Cesare Maestri       Atletica Valli Bergamasche

Andrea Rostan        Atletica Saluzzo

Short Trail

Luca Cagnati         Atletica Valli Bergamasche

Martin Dematteis     Sportification

Cristian Minoggio   Pegarun ASD

Francesco Puppi      Atletica Valle Brembana

Andrea Rota          OSA Valmadrera

Mattia Gianola       Team Valtellina

Long Trail

Riccardo Borgialli   Sport Project VCO

Davide Cheraz        Hey Team SSD ARL

Francesco Cucco      Bio Correndo Avis

Riccardo Montani     Sport Project VCO

Andreas Reiterer     ASV Telmekom Team Suedtirol

Matteo Anselmi       Atletica Isola d’Elba

U20 Classic Up&Down

Matteo Bardea        Atletica Valle Brembana

Simone Giolitti      Podistica Valle Varaita

Niccolò Lora Moretto GSA Valsesia

Elia Mattio          Podistica Valle Varaita

© Marco Gulberti

DONNE

Classic Up&Down

Vivien Bonzi         La Recastello Radici Group

Sara Bottarelli      Freezone

Alice Gaggi          La Recastello Radici Group

Valeria Roffino      GS Fiamme Azzurre

Only Up

Valentina Belotti    US Malonno

Elisa Sortini        Atletica Alta Valtellina

Gloria Rita Giudici  Freezone (Antonia)

Alessia Scaini       Atletica Saluzzo

Short Trail

Fabiola Conti        Runaway Milano ASD

Chiara Giovando      Atletica Monterosa Fogu Arnad

Ivana Iozzia         Calcestruzzi Corradini Excelsior

Camilla Magliano     ASD Podistica Torino

Long Trail

Camilla Spagnol      ASD Team KM Sport

Giuditta Turini      Polisportiva Sant’Orso Aosta

Alessandra Boifava   Ultrabericus Team ASD

U20 Classic Up&Down

Matilde Bonino       Atletica Stronese

Anna Hofer           Sportclub Merano

Axelle Vicari        Sisport SSD

Emily Vucemillo      Sportclub Merano

© Marco Gulberti

 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti