Menu
HomeHome

QuarTrail des Alpages, tutti contro Collé e... la neve

La stagione del trailrunning entra nel vivo (e sale di quota) con la classica valdostana

di STEFANO GATTI
QuarTrail des Alpages, tutti contro Collé e... la neve

Tour Trail Valle d’Aosta, atto terzo: è conto alla rovescia per il QuarTrail des Alpages, in programma sabato 18 maggio sulle montagne alle spalle del capoluogo regionale. Partenza ed arrivo nella suggestiva location del Castello di Quart ma l’attesa è tutta per lo spettacolo che attende gli atleti al via delle due prove in programma: una 26 chilometri da 2200 metri di dislivello positivo ma soprattutto una 50 chilometri da 4000 metri di salite.

Cifre “tonde” ed importanti, che rendono la versione lunga del QuarTrail des Alpages un evento di primissimo livello ed al tempo stesso (visto il suo posizionamento in calendario) un banco di prova severo in vista delle ultramaratone alpine della prossima estate. Si perché il tracciato di gara, lasciate alle spalle le mura del castello e le successive mulattiere, attaccherà i sentieri che portano al di sopra del livello della vegetazione, andando a toccare diversi alpeggi per poi raggiungere un paio di colli intorno ai 2600 metri di quota, dove i concorrenti calpesteranno ancora la neve. Ed è proprio questa una delle caratteristiche principali dell’evento. Come afferma infatti Claudio Herin, a capo del comitato organizzatore, “per chi non fa scialpinismo, il QuarTrail offre l’occasione di vedere attraversare valli innevate e paesaggi alpini unici”.

A maggior ragione perché, rispetto alla scorsa edizione, quest’anno la gara anticipa di quasi un mese il suo svolgimento. Tanto è vero che, già ultimata sul tracciato “breve”, la pulizia del percorso della 50K (o meglio la sua tracciatura) nella parte alta verrà ultimata solo quarantotto ore prima del via, come ci ha confermato ancora lo stesso Herin, al rientro da uno degli ultimi giri di ricognizione: “Lungo l’anello alto del percorso, dopo la nevicata dei primi giorni di maggio, arrivata fino ai milleseicento metri di quota, il manto bianco ha uno spessore superiore al metro e mezzo”. Le condizioni che gli atleti troveranno dipendono quindi dal meteo dei giorni che precedono la gara, con differenze anche significative a seconda dell’esposizione dei versanti, in funzione dell’irraggiamento solare. Insomma, un ulteriore elemento di difficoltà e di selezione per una prova già di per sé molto impegnativa ma, verosimilmente, anche una motivazione in più per gli atleti.

Per quanto riguarda i toprunners, favorito d’obbligo è l’idolo di casa Franco Collé (già primo nel 2018). Principali sfidanti del due volte vincitore del mitico Tor Des Geants saranno Giulio Cavallo, Giancarlo Annovazzi, Gianluca Caimi e l’elvetico Florian Thevoz. Al femminile, occhi puntati su Sonia Locatelli e su Francesca Canepa (vincitrice dell’ultima edizione dell’Ultra Trail du Mont Blanc) che deve ancora sciogliere le ultime riserve. Sono loro le principali candidate a succedere a Gloriana Pellissier che per quest’anno ha invece scelto di puntare sulla 26K dove l’attende una sfida che si preannuncia già molto incerta con la rientrante Lisa Borzani e probabilmente con Celine Lafaye, più volte nazionale francese di corsa in montagna e specialista del trail corto.

Quasi tutti assegnati i duecento pettorali della 26K, ma anche la lista degli iscritti della 50K ha già oltrepassato quota cento. Le iscrizioni, triplicate rispetto al 2018, procedono a ritmo serrato e chiuderanno tassativamente alla mezzanotte di giovedì 16 maggio. Si preannuncia il “sold out” anche per le tre gare non competitive in programma: la 25 chilometri da 2000 metri di dislivello positivo e le due prove sulle distanza dei 14 chilometri: una da mille metri di dislivello, l’altra da trecento.

TAGS:
QUARTRAIL DES ALPAGES

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X