NAZIONALE

Italia, Mancini: "Confermato di essere un gran gruppo, peccato per gli Europei"

Il ct guarda con fiducia al 2021: "Eravamo pronti, ma sono venuti fuori nuovi giovani dal grande futuro"

  • A
  • A
  • A

Roberto Mancini prova a tirare le somme dopo il 2-0 alla Bosnia con il quale la Nazionale, guidata in panchina da Evani, si è qualificata alle Final Four di Nations League: "Avevamo tutto da perdere, ma i ragazzi hanno confermato di essere un gruppo solido, altrimenti non si arriva a giocare così bene", ha detto il ct intervenendo al Social Football Summit. Lo sguardo si è poi spostato sul futuro: "Eravamo pronti a giocare gli Europei perché venivamo da una qualificazione straordinaria. Ci è dispiaciuto molto non giocarli, però in questi mesi sono venuti fuori altri giocatori, più giovani anche, che possono avere un grande futuro".

Getty Images

Il rinvio della manifestazione continentale causa Covid ha avuto dunque anche risvolti positivi secondo il Mancio: "Da un lato c'è stato il dispiacere di non poterli giocari con chi se lo sarebbe ampiamente meritato, però non si poteva fare diversamente. Dall'altro credo ci possa essere utile per migliorare ancora come squadra".

Il discorso si è poi concentrato sul percorso compiuto dal 2018 in avanti: "Quando abbiamo iniziato il nostro percorso la situazione non era delle migliori - ha ricordato - C’erano tristezza e scoramento per non essere andati ai Mondiali. Abbiamo deciso di provare a cambiare, cercando giocatori giovani con le qualità tecniche per poter formare in poco tempo una Nazionale forte. I ragazzi hanno fatto qualcosa di molto bello per far riavvicinare i tifosi alla Nazionale".

Infine il ct azzurro, sempre in isolamento dopo la positività al coronavirus, è tornato sulla videochiamata fatta ai suoi ragazzi subito dopo la vittoria di Sarajevo: "Mi sembrava giusto ringraziarli subito tutti, anche ieri hanno fatto un'ottima partita in una situazione non semplice".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments