MotoGP Olanda, Quartararo: "Sensazione incredibile"

Soddisfatto anche Vinales: "Contento e c'è ancora margine di miglioramento"

  • A
  • A
  • A

Fabio Quartararo si gode la sua terza pole stagionale, la seconda consecutiva dopo quella di Barcellona: "È incredibile questa sensazione di velocità su questa pista - ha detto il francese della Yamaha Petronas - Nell'ultimo settore c'era molto vento, ma ho fatto una buona strategia lì, sono entrato molto veloce alla curva 15 e alla fine abbiamo fatto la pole position qui, in questo circuito mitico. La gara? Spero che il gruppo davanti non sia troppo nutrito, ci saranno sicuramente Maverick e Marc. Vincere? Non credo che siamo ancora pronti...".

Contento anche Maverick Vinales, che è sembrato particolarmente in palla in questo weekend olandese: "La pole? Per poco. Sono comunque contento perché c'è margine di miglioramento. Secondo me possiamo migliorare tanto sul settore 3, che al momento mi viene molto difficile. Sta venendo fuori un bel fine settimana, mi sono trovato bene da subito. Domani proveremo ad andare forte ed essere lì davanti".

Gioia anche per Alex Rins, che ha chiuso al terzo posto: "Sono contento di questo risultato, ho centrato la mia prima fila in tre anni di MotoGP, ma la cosa più importante è che abbiamo un bel passo per domani. Le Yamaha, le Ducati e la Honda sono forti qua, ma anche noi. Speriamo in una bella gara, sarà lunga e dobbiamo lavorare bene sulla moto".

Sereno anche il leader del Mondiale, Marc Marquez: "È la prima volta che non sono in prima fila questa stagione, ma va bene così. Ce lo aspettavamo un po', perché la moto qui sembra un po' più pesante delle altre, più difficile da guidare, però il passo era molto buono e questo mi lascia contento. Forse si poteva fare un po' di più, ma qui bisogna anche stare un po' cauti, perché se cadi cadi forte e fai la fine di Lorenzo, c'è il rischio di perdere questa gara e anche quella dopo. Domani cercherò di fare un bel warm up e poi dare il massimo in gara. Yamaha e Suzuki vanno molto forte, la cosa buona è che davanti a me ci sono Quartararo e Vinales che in classifica sono lontani...".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments