MotoGP, Miller mette fine alla dittatura dei "Fantastici 4"

Dopo Stoner nel GP Australia del 2012, solo vittorie firmate Rossi, Marquez, Lorenzo e Pedrosa

di ALBERTO GASPARRI

Miller (LaPresse)

La gara della MotoGP di Assen è stata di quelle da segnare nel libro dei record e non solo per i tantissimi colpi di scena che ha regalato. La rocambolesca, ma meritata, vittoria di Jack Miller, infatti, ha interrotto una dittatura che durava da troppo tempo. Per la prima volta a salire sul gradino più alto del podio non è stato uno dei "Fantastici quattro" che hanno dominato la scena iridata. Non c'erano né Valentino Rossi (9 centri), né Marc Marquez (26), né Jorge Lorenzo (20), né Dani Pedrosa (7) a festeggiare il successo olandese, ma un "semisconosciuto" australiano. E così, dopo quasi 4 anni e 62 GP, ecco la svolta, la fine dell'egemonia italo-iberica.

L'ultimo a vincere prima dei "Fab 4" era stato Casey Stoner, non certo un pilota qualunque, che il 28 ottobre 2012 si impose nella sua Phillip Island. E 3 anni e 8 mesi dopo ecco un altro "aussie". Per sapere se si è tratta di un caso isolato o dell'inizio di una nuova era, basterà aspettare le prossime gare. Intanto proprio Stoner ha voluto congratularsi con il suo connazionale, facendogli i complimenti via Twitter. Sarà Jackass l'erede del "canguro mannaro"?

I COMPLIMENTI DI STONER

TAGS:
MotoGP
Miller
Stoner
Rossi
Marquez
Lorenzo
Pedrosa
Assen
Phillip Island