LA POLEMICA

MotoGP, Suzuki vuole il podio: "Pol oltre i limiti, le regole vanno rispettate"

Il team manager della scuderia nipponica chiede la penalizzazione per Espargaro per track limits

  • A
  • A
  • A

Joan Mir e la Suzuki reclamano il podio. Lo fanno attraverso il team manager Davide Brivio che ha alzato la voce nel post-GP rivedendo le immagini del passaggio di Pol Espargaro sul verde: "Se all'ultimo giro un pilota esce dal limite della pista viene penalizzato, gli viene tolta una posizione. Non riesco a capire cosa stia combinando la Direzione Gara, il regolamento parla chiaro e siamo ingiustamente giù dal podio".

Mir, che ha chiuso 4° in gara 2 ma che era davanti prima dell'incidente da bandiera rossa di Vinales, difficilmente riuscirà a salire sul podio: "Di solito la decisione avviene subito, questo ritardo mi preoccupa ne mi fa pensare- ha aggiunto Brivio-. Oggi siamo in Austria, a casa della Red Bull, una KTM va oltre il limite. Vorrei capire anche le motivazioni per cui ogni tanto si applica e ogni tanto no".

"Il problema è che quanto una regola è a interpretazione soggettiva discuteremo sempre. Se invece si applica in modo oggettivo non c'è nulla di cui parlare. La regola del track limit non mi piace, ma purtroppo c'è e quindi va rispettata. Faremo reclamo? Ho segnalato la cosa alla Direzione gara, ora vedremo cosa dicono" ha continuato Brivio.

Non è tardata ad arrivare la risposta di Espargaro: "Devo essere penalizzato due volte? Ero primo e sono stato spinto nel verde, la regola prevede la penalità nel caso in cui il pilota trae vantaggio dal superamento del track limits. In questo caso ho perso due posizioni".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments