MotoGP, Puig: "Lorenzo? Ha un contratto con Honda fino a fine 2020"

Il team manager HRC sul possibile ritorno in Ducati del maiorchino: "Non c'è motivo per rompere con lui"

  • A
  • A
  • A

Alberto Puig chiude le porte a un addio anticipato di Jorge Lorenzo alla Honda, dopo le voci di un possibile ritorno in Ducati del maiorchino: "Jorge ha un contratto di due anni e per quanto ci riguarda resterà con noi fino al 31 dicembre 2020 - ha detto il team manager HRC in un'intervista a Moto.it - Se mi dicesse che vuole andarsene? Bisognerebbe valutare la situazione, ma al momento nessuno mi ha detto nulla. È arrivato con grande voglia e noi lo abbiamo accolto con entusiasmo. Non c'è motivo per rompere".

Puig, parlando con Giovanni Zamagni, ha ammesso che il matrimonio tra Jorge e la casa giapponese non è iniziato nel migliore dei modi (un 11° posto a Le Mans il miglior risultato conquistato prima dell'infortunio) e che il confronto con un fenomeno come Marc Marquez può aver complicato ulteriormente le cose. Il manager spagnolo si è però detto sicuro che la motivazione non gli è mai venuta meno, confermando che sarà pronto per il ritorno in sella a Silverstone, a fine agosto.

Nei giorni scorsi si era diffusa la voce di un riavvicinamento tra Lorenzo e la Ducati, con Gigi Dall'Igna come grande sponsor dell'operazione. L'unica sella libera per il 2020, al momento, è quella della Desmosedici del team Pramac di Jack Miller, che da tempo sta negoziando il rinnovo con il team toscano. L'australiano, nella conferenza stampa del giovedì prima del weekend di Spielberg, ha confermato che qualcosa di vero c'era, aggiungendo di essere pronto a guardarsi intorno nel caso di una mancata conferma.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments