MOTOGP PORTIMAO

MotoGP Portogallo: Viñales davanti a tutti in FP1, ritorno in grande per Marquez

Il pilota Yamaha chiude la sessione col miglior crono, "El Cabroncito" riassapora la pista col terzo tempo

di
  • A
  • A
  • A

È di Maverick Viñales, in sella alla Yamaha factory, il miglior tempo della prima sessione di libere del GP del Portogallo, terza tappa stagionale della MotoGP. Il pilota spagnolo, che ha fermato il cronometro a 1'42''127, precede la Suzuki di Alex Rins e la Honda di Marc Marquez, rientrato in pista a nove mesi dall'infortunio che lo ha costretto allo stop per tutta la scorsa stagione. Sesto tempo per Bagnaia (+0''337), Rossi soltanto 11°.

Getty Images

I riflettori erano tutti puntati sul box di MM93 e le aspettative degli addetti ai lavori non sono state tradite. A 265 giorni dall'ultima volta, Marc Marquez ritorna in pista a Portimao chiudendo la prima sessione di libere del GP del Portogallo col terzo miglior tempo. Una sessione interlocutoria, va detto, a causa del circuito viziato da diverse pozzanghere che hanno reso complicate le prestazioni dei piloti, ma libere importanti per il ritorno dell'otto volte campione del mondo che torna ad assaporare le emozioni dell'Honda lasciata a Stefan Bradl nove mesi fa.

A prendersi la scena, tra le curve e i saliscendi dell'Autòdromo Internacional do Algarve, è un altro spagnolo, Maverick Viñales. Il pilota Yamaha, per il rotto della cuffia, sfila al connazionale Rins il miglior tempo portandosi davanti a tutti al mattino. Solo 151 millesimi di differenza tra le due scuderie giapponesi che vogliono dare del filo da torcere a Honda prima del rientro al 100% della forma di Marquez. Se questo è l'antipasto di quel che sarà il Gran Premio di domenica, allora Yamaha e Suzuki avranno tanto da fare per arginare lo strapotere "addormentato" del pilota di Cervera.

La parentesi spagnola si chiude col quarto tempo di Pol Espargarò, seguito dalla prima Ducati (quella satellite del team Pramac) di Johann Zarco e l'ufficiale di Pecco Bagnaia. In top 10, dunque in Q2 virtuale, anche "El Diablo" Quartararo, Jack Miller, Alex Marquez e la KTM del team Tech3 di Danilo Petrucci. Soltanto 11° Valentino Rossi, con un ritardo sull'ex compagno di box Viñales di 886 millesimi, una distanza che sembrerebbe essere difficile da colmare nelle prossime sessioni dato che, previsioni meteo alla mano, le condizioni potrebbero presto peggiorare.

Prosegue il momento negativo di Franco Morbidelli, relegato al 14° tempo dietro a Nakagami e Mir, delude il rookie Martìn (protagonista di una gara super nel GP di Doha) così come l'Aprilia (15° Savadori, addirittura 21° Aleix Espargarò). Gli altri due rookie, gli italiani Marini e Bastianini, chiudono rispettivamente col 18° e 20° tempo della prima sessione.

GP PORTOGALLO, I RISULTATI DELLE LIBERE 1

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments