MotoGP, Marquez lancia l'allarme

"Non so se nei test di Sepang potrò dare il meglio, spero che la riabilitazione sia utile per la stagione"

  • A
  • A
  • A

A pochi giorni dai primi test della MotoGP a Sepang, Marc Marquez lancia l'allarme sulla sua condizione fisica dopo l'operazione alla spalla sinistra di inizio dicembre. "Vengo da un recupero molto lungo, più di quanto pensassi. Se nei test malesi non potrò dare il meglio, spero di riuscire a farlo in quelli del Qatar, di essere in forma come si deve", ha detto in occasione della premiazione di "Mundo Deportivo".

"Pensavo sarebbe stata più semplice e meno dolorosa. Invece è stata più complicata di quello che tutti ci aspettavamo. E' durata 4 ore e una volta aperto i dottori hanno visto cose che non si sarebbero aspettati. Un inverno non troppo piacevole per me, però dovevo operarmi, non ho fatto nessuna vacanza, solo riabilitazione ma spero che questo sia utile per la stagione", ha aggiunto lo spagnolo della Honda.

Honda che non se la passa troppo bene, visto che deve fare i conti anche con l'infortunio di Jorge Lorenzo, pure lui finito sotto i ferri per una caduta in allenamento.

"Impossibile è solo una parola che gli uomini deboli usano per vivere facilmente nel mondo che gli è stato dato, senza osare esplorare il potere che hanno per cambiarlo. Impossibile non è una dichiarazione, è un'opinione. Impossibile è nulla". Firmato Muhammad Alì, citato e sottoscritto da Jorge Lorenzo. Il neo pilota Honda su twitter ha così replicato al Aleix Espargaro, che ha messo in dubbio le sue chance di prevalere su Marquez. "Marquez è su un altro livello. La Honda, poi, è casa sua. La moto l'ha fatta lui - aveva sottolineato Espargaro - - Per me è impossibile batterlo con la sua stessa moto".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments