MotoGP Gran Bretagna: Quartararo prenota la pole, vola anche Rossi

Due Yamaha davanti a Marquez nelle Libere 3, mentre crolla Dovizioso: partirà dal Q1

di
  • A
  • A
  • A

Fabio Quartararo è stato il pilota più veloce anche al termine della terza sessione di libere del GP di Gran Bretagna. Il pilota Yamaha Petronas ha dominato il turno con un super 1'58''547, regolando all'ultimo assalto la M1 ufficiale di un ottimo Valentino Rossi (+ 0''146). Terzo tempo per la Honda di Marquez (+ 0''366), mentre è crollata clamorosamente la Ducati di Dovizioso: solo 14° tempo per lui, che sarà costretto a partire dal Q1.

Tre indizi fanno una prova. Quartararo si è preso il miglior tempo anche in FP3 e ha mandato un messaggio chiaro ai big del Mondiale, candidandosi al ruolo di favorito numero uno per partire in pole position a Silverstone. Il rookie francese ha strappato la prima piazza a un fin lì molto pimpante Valentino Rossi, che sulle curve britanniche sembra aver ritrovato la piena sintonia con la sua Yamaha. Con quattro M1 nelle prime otto posizioni (7° Vinales a + 0''751 e 8° Morbidelli a + 0''874) la casa di Iwata può tornare a sognare un grande risultato.

Da superare, naturalmente, ci sarà innanzitutto l'ostacolo Marquez: il leader del Mondiale ha messo in mostra il solito ritmo forsennato nella prima parte del turno, ma nel time attack finale con gomma soft ha dovuto accontentarsi della terza piazza. Dietro a lui, di pochissimo, le due Ducati di Miller e Petrucci, rispettivamente 4° a + 0''456 e 5° a + 0''487.

Mattinata da dimenticare invece per Andrea Dovizioso, ultimo vincitore a Silverstone nel 2017. Il forlivese è stato rallentato vistosamente da Abraham nel primo tentativo di giro lanciato, mentre nel secondo non è più riuscito a limare il distacco dalla vetta, chiudendo a + 1'193 e scivolando fuori dalla top 10. Dovrà partire dalla Q1 insieme alla Ducati Pramac di Bagnaia (16°), alla Suzuki di Rins (11°) e alla Honda ufficiale di Lorenzo. Il maiorchino, sempre alle prese con i postumi del bruttissimo infortunio alla schiena che lo ha tenuto fermo quasi due mesi, ha chiuso col 21° tempo a quasi 4 secondi dalla vetta.

Tra i migliori invece si sono piazzati Crutchlow e Nakagami con le due Honda LCR (6° e 9° tempo), oltre all'Aprilia di un sorprendete Aleix Espargaro, che ha chiuso 10° rifilando oltre un secondo al compagno di team Iannone (solo 19°).

LIBERE 3, I TEMPI

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments