MOTOGP EMILIA ROMAGNA

MotoGP Emilia Romagna: Miller brilla in libere 2, Quartararo fa fatica

L'australiano conquista la seconda sessione di libere e si porta in testa alla classifica combinata del venerdì

di
  • A
  • A
  • A

Dopo il miglior tempo della Pramac di Zarco in FP1, la Ducati si ripete in libere 2 con il miglior crono conquistato da Jack Miller. L'australiano, che ha chiuso in 1:41.305, precede lo stesso Zarco e l'Aprilia di Aleix Espargarò. Ottavo tempo per Francesco Bagnaia, mentre fatica il leader della classifica generale Fabio Quartararo che col 16° tempo è al momento escluso dal Q2 di sabato pomeriggio.

Migliorano le condizioni meteo, ma l'umido sulla pista è ancora ostacolo per diversi piloti che non riescono a trovare spunti soddisfacenti nella seconda sessione di prove libere del GP dell'Emilia Romagna. A confermarsi in forma è la solita Ducati, che memore delle ottime prestazioni fornite nel GP di San Marino di quasi un mese fa, si prende la scena nel venerdì di prove a Misano Adriatico. Dopo la mattinata sotto la pioggia dominata da Johann Zarco, a conquistare il miglior tempo del pomeriggio e della combinata è Jack Miller, abile a sfruttare al meglio la potenza della propria desmosedici in una pista che in alcuni tratti ha risentito dell'acqua caduta al mattino e in altre invece ha regalato parti d'asciutto.L'1:41.305 dell'australiano si porta a tempo da battere per chi vuole fare la voce grossa sabato in vista della pole, con una Q2 che al momento regalerebbe sorprese.

Se dietro a "Thriller" ci sono Zarco e Aleix Espargarò, a raccogliere complimenti e applausi sono le KTM di Lecuona, in sella alla moto del team Tech3, e Miguel Oliveira, che col quarto e quinto tempo precedono un super Luca Marini e un brillante Lorenzo Savadori, tornato in pista da wild card a due mesi e mezzo di distanza dall'infortunio accorso nel GP di Stiria nell'incidente con Pedrosa. Dietro al pilota Aprilia si piazzano Francesco Bagnaia, con un ritardo complessivo di un secondo e tre decimi dal collega Miller, Petrucci e Martìn.

Il tempo da battere per entrare direttamente al Q2 al momento è proprio l'1:42.809 di "Martìnator", con l'iridato Joan Mir che si è avvicinato di 33 millesimi e si è dovuto accontentare dell'11° tempo del pomeriggio. Esclusi anche Bastianini e i fratelli Marquez, che chiudono davanti a Rins e al leader della generale Quartararo. Per "El Diablo", che domenica ha l'occasione di festeggiare il titolo mondiale, un'altra prestazione da rivedere.

Gli ultimi posti della classifica combinata portano invece grandi firme deluse. Franco Morbidelli chiude 20° davanti a Vinales e Rossi, Andrea Dovizioso è invece il fanalino di coda dietro a Nakagami.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments