MotoGP, Dovizioso e Rossi in coro: "Il titolo di Marquez è strameritato"

Il ducatista: "Ora dobbiamo inventarci qualcosa per batterlo". Il pesarese: "Il podio non era alla nostra portata"

  • A
  • A
  • A

L'amarezza e la consapevolezza di essere tra i migliori. Sentimenti contrastanti per Andrea Dovizioso dopo la caduta nel GP di Motegi che ha consegnato il Mondiale a Marquez: "Complimenti a lui, è stato un titolo strameritato". Ora bisogna già pensare al 2019: "Siamo stati forti tutto l'anno e questo ci rende sereni. Ora dobbiamo inventarci qualcosa per battere Marc perché essere veloci non basta".

"Sto bene, logico essere delusi perché volevamo vincere e avevamo le possibilità di farlo qui a Motegi. Dobbiamo imparare anche da qeusti weekend. Abbiamo fatto il passo noi, ma poi la verità è che Marquez ha messo in pista qualcosa di più. La velocità, ma non basta: dobbiamo inventarci qualcosa, ma non è facile con questo Marquez", l'analisi del numero 4 della Ducati.

Strapotere di Marquez: "Ha 100 punti di vantaggio e non ha la moto per tutto questo divario: la differenza l'ha fatta lui, semplce. Siamo stati forti, ma per vincere il Mondiale bisogna essere a posto su tutto e forse non basta neanche. Abbiamo fatto molti miglioramenti perché siamo stati lì tutte le gare. Ci siamo e sono sereno pensando al prossimo anno. Studieremo e dobbiamo stare tranquilli".

La caduta? "Ho preparato l'uscita troppo presto. Era più veloce di lui in molti punti, ma staccava in modo furbo. Ho sbagliato, un piccolissimo errore e l'ho persa".

Marquez "è stato bravo, è quello che è andato piu' forte". Così Valentino Rossi ha commentato il trionfo dello spagnolo che trionfando in Giappone si è messo in tasca il settimo titolo Mondiale in carriera. Il pilota della Yamaha ha chiuso al quarto posto il Gran Premio di Motegi: "E' stata la gara che mi aspettavo. Speravo di poter lottare per il podio, ero abbastanza ottimista, però le due Suzuki e Crutchlow erano troppo veloci per me", ha analizzato. "Alla fine mi aspettavo di andare così. Poi qualcuno davanti è scivolato e sono arrivato quarto. Sono dei buoni punti per il campionato. Penso di aver fatto una buona gara, tenendo un buon passo fino alla fine. Purtroppo gli altri vanno più forte", ha aggiunto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments