MotoGP Aragon, le Yamaha rispondono a Marquez nelle Libere 2

Vinales, Rossi e Quartararo davanti a Marc, che però resta imprendibile nel combinato. Ducati più in difficoltà

di
  • A
  • A
  • A

Maverick Vinales è stato il pilota più veloce nella seconda sessione di libere del GP di Aragona, quattordicesima tappa del Motomondiale. Lo spagnolo ha girato in 1'48''014, tenendosi dietro l'altra Yamaha ufficiale di Rossi (+ 0''057) e quella del team Petronas di Quartararo (+ 0''103). Quarto nel turno Marquez, che però resta imprendibile nel combinato, grazie al tempo della FP1. Ottavo Dovizioso con la Ducati ufficiale, fuori dai 10 Petrucci.

Dopo il bel weekend di Misano la pattuglia Yamaha prova a mostrare i muscoli anche sull'asfalto di Aragon, che nelle ultime due stagioni aveva fatto soffrire tremendamente le M1. Vinales ha chiuso la FP2 davanti a tutti, regolando di pochissimo Rossi e Quartararo. Un risultato importante, che però va tarato sulla base del tempo fatto registrare da Marquez in FP1. L'1'46''869 della mattinata si è confermato fuori dalla portata di chiunque, tanto che il leader del Mondiale si è potuto prendere il lusso di lavorare esclusivamente sul ritmo gara, senza dannarsi in un time attack finale come i suoi rivali. Per lui anche un'innocua scivolata al piccolo "cavatappi" delle curve 8-9.

Se Marc sembra ancora una volta il favorito numero uno per pole e vittoria, la lotta alle sue spalle si annuncia apertissima. Tutti gli altri piloti si sono infatti migliorati nel pomeriggio e tra il primo e il decimo, alla fine, ci sono poco più di 6 decimi: 5° crono per un sempre più convincente Pol Espargaro con la KTM (+ 0''378), 6° per Miller con la prima Ducati (+ 0''428), 7° per Crutchlow con la Honda LCR (+ 0''436). Ottavo Andrea Dovizioso con la prima Desmosedici ufficiale, voglioso di riscatto dopo un weekend di Misano vissuto sottotono, ma ancora alla ricerca di qualcosa per migliorare il passo gara. Fuori dai 10 Danilo Petrucci (12° a + 0''859), ancora una volta troppo in difficoltà con il giro secco. Davanti al ternano hanno chiuso anche Mir con la prima Suzuki (mentre Rins è 11° e al momento fuori dal Q2) e Aleix Espargaro con l'Aprilia.

Per sabato mattina è prevista pioggia ed è dunque probabile che le posizioni buone per accedere direttamente al Q2 restino congelate. Fuori dunque anche Morbidelli con l'altra Yamaha Petronas (appena 14° nonostante l'ottimo ritmo dei compagni di marca), Iannone con l'Aprilia (15°) e Bagnaia con la Ducati Pramac (21°).

Ancora lontano dai migliori Jorge Lorenzo, che un anno fa ad Aragon centrava la sua ultima pole position con la Ducati, mentre ora si trova in una crisi di forma e fiducia mai affrontata prima in carriera. Il maiorchino della Honda ha chiuso col 20° tempo e sebbene il distacco sia stato molto più contenuto della FP1 (+ 1''696 da Vinales), è apparso parecchio nervoso e frustrato all'interno del suo box.

LIBERE 2, I TEMPI

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments