DAL PODIO

Misano, Morbidelli si gode la prima, Bagnaia: "Stare fermo è stata dura"

Prima volta per i due italiani: primo successo in top-class per Morbido, prima volta sul podio per Pecco

  • A
  • A
  • A

La prima volta non si scorda mai, e se il primo successo arriva nel GP di casa è ancora più bello. Estasi per Franco Morbidelli che tra le curve di Misano fa tutto egregiamente dall'inizio alla fine riuscendo a conquistare il primo gradino del podio in top-class: "Ancora devo capire cosa è successo, sono molto felice e mi godo questo momento. L'unica cosa che posso fare è ringraziare la mia squadra, la famiglia e chi lavora con me".

"Negli ultimi giri ho pensato tanto a quando 7 anni fa ero qui a gareggiare nel campionato italiano: la sensazione è la stessa, adesso però sono ancora più contento" ha commentato Morbidelli.

Soddisfazione massima, dopo un periodo di stop durato un mese a causa della frattura della tibia rimediata a Brno, per Pecco Bagnaia anche lui ad una prima volta a Misano. Per il pilota del team Pramac è il primo podio della carriera in MotoGP: "E' stata dura, le ultime cinque settimane sono state difficili ma ho trovato la rabbia giusta per arrivare qui ed essere competitivo. Il dottore che mi ha operato, il fisioterapista, la mia ragazza e la mia famiglia hanno fatto un lavoro incredibile spingendomi ogni giorno per arrivare preparato a questa gara. A Jerez sono stato vicino al podio, oggi abbiamo lottato duramente per prenderlo".

Vedi anche GP San Marino, doppietta italiana: vince Morbidelli davanti a Bagnaia Motogp GP San Marino, doppietta italiana: vince Morbidelli davanti a Bagnaia In un podio che poteva parlare italiano, con Rossi beffato alle ultime curve, il "guastafeste" è Joan Mir: "Ho dato il 100%, tutti eravamo vicini. Ho avuto difficoltà a scaldare la gomma, poi sono riuscito a recuperare alcuni piloti davanti. Gli altri aveva più degrado, sono riuscito a tenere il passo e devo ringraziare il mio team".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments