MOTOGP OLANDA

GP Olanda, Rossi: "Caduta? Non so cosa sia successo". Bagnaia: "Long lap giusto"

Il "Dottore" non riesce a spiegarsi il perché della caduta in curva 7 dopo appena otto giri dal via

  • A
  • A
  • A

Caduta in curva 7 e addio al GP d'Olanda dopo appena otto giri per Valentino Rossi, che dai dati non riesce a spiegarsi il perché dello scivolone: "Il nostro passo non era male e mi aspettavo una bella gara. Sono partito male, abbiamo cambiato una cosa per la partenza, ma non mi sento ancora bene in questa fase e dobbiamo ancora sistemare alcune cose. Nei giri dopo ho dovuto rinseguire e quando sei dietro la ruota davanti non lavora bene. Nel tentativo di recuperare ho perso l’anteriore. Dai dati non abbiamo capito bene cosa sia successo".

Sulle tante voci di mercato, tra Vinales che potrebbe lasciare Yamaha e il suo team Aramco Racing VR46, il "Dottore" ha aggiunto: "Sembra che ci saranno grandi cambiamenti, succederà qualcosa che non ci aspettiamo. Ma queste voci non influenzeranno la mia decisione, che è correlata ai risultati. Quello che succede con gli altri e le altre Yamaha non è affar mio".

Arrivato sesto al traguardo, Pecco Bagnaia ha analizzato così la sua gara: "Non credo che ci sia una moto migliore dell’altra, sono tutte il massimo possibile per ogni casa. C’è quella che va più forte in certe piste, quella che va più forte in altre. Al momento la moto più costante sembra essere la Yamaha (5 vittorie su 9 gare) ma credo che la differenza la fa Quartararo che sta guidando ad alti livelli e riesci sempre a fare delle grandi gare".

"Credo che la penalizzazione sia giusta, ci sono delle regole e bisogna rispettarle. Oggi piuttosto che far scappare Quartararo per stare davanti ho esagerato e sono andato fuori- ha spiegato-. Il problema è stato non commettere lo stesso errore dopo il long-lap, visto che dietro aveva Marc (Marquez) a spingere per passarmi. La regola è giusta ed ho chiesto scusa alla squadra".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments