MOTOGP AUSTRIA

GP Austria, Bagnaia: "Vicini alla vittoria, ma non è sufficiente". Rossi: "Per un pelo, mi sono divertito"

Sorrisi per i piloti italiani, che nonostante la pioggia portano a casa punti fondamentali per il prosieguo della stagione

  • A
  • A
  • A

Poteva essere un successo importantissimo in ottica mondiale, ma ancora una volta la pioggia ha rovinato la festa a Francesco Bagnaia. Dopo il weekend del GP di Stiria da dimenticare, nel bis di Spielberg arriva un podio per Pecco e la sua Ducati: "Non è stata una gara semplice, quando piove così è difficile spingere. Il passo era buono, ma dopo 22 giri ha cominciato a rinforzare ed è stato difficile scegliere di cambiare moto".

"Restare in pista con le gomme d’asciutto con queste condizioni è difficile, Binder ha fatto un gran lavoro. Pensavo di essere arrivato quarto, meglio così perché siamo vicini alla nostra prima vittoria. Non è ancora sufficiente, abbiamo fatto un gran lavoro ma dobbiamo fare di più" ha spiegato il torinese.

Bagnaia è ora secondo in classifica generale a 47 punti da Quartararo: "Ci ho provato, sono comunque molto contento perché ho rischiato tante volte di andare giù. Sull’asciutto stavo gestendo perfettamente e negli ultimi giri avrei potuto fare la differenza".

Ottavo posto in rimonta, e senza flag to flag, per Valentino Rossi che a un giro dal termine era terzo: "Se ci fosse stato un giro in meno sarei salito sul podio, sarebbe stato molto bello. Mancava poco e ho deciso di andare fino alla fine con le slick, mancava un pelo e serviva stare attenti solo in poche curve. Guidavo tranquillo e mi sentivo bene, appena ho letto che ero P3 mi sono spaventato e ho fatto subito un lungo (ride, ndr). Mi sono divertito tanto e spero di poter fare altre gare importanti da qui alla fine. Farei firmare una petizione per darmi a tavolino il podio che sarebbe il numero 200 della mia carriera”.

Sul rischio bagnato e il flag to flag mancato il "Dottore" ha poi aggiunto: "Non c’è una soluzione perfetta, perché perdi tempo a rientrare e a volte può essere più pericoloso con un’altra ripartenza".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments