Napoli-Ochoa: manca l'accordo sul prestito, ma Ancelotti ha fretta

Lo Standard vuole il riscatto obbligatorio dopo il rinnovo col messicano

  • A
  • A
  • A

Il Napoli deve accelerare e risolvere la questione portiere. L'infortunio di Meret e il disastro di Karnezis in amichevole contro il Liverpool hanno fatto scattare l'allarme e la società azzurra vuole chiudere i discorsi con Ochoa dello Standard Liegi. Il nodo è sempre la formula: d'accordo sul prestito oneroso, il club belga vorrebbe l'obbligo di riscatto a differenza del Napoli. L'accordo con il portiere è già stato raggiunto da tempo.

Dettagli in pratica, ma che col passare dei giorni stanno diventando ostacoli sempre più complicati da scostare per chiudere la trattativa. Il Napoli ha scelto Ochoa modificando anche le strategie in altri ruoli; Ochoa vuole il Napoli e lo Standard Liegi è d'accordo. Ma manca un tassello, minuscolo ma fondamentale: l'accordo sul prestito.

Innanzitutto il portiere messicano - per concludere in questo modo l'operazione - dovrà prolungare di un anno l'accordo col club belga, fino al 2020. La proposta degli azzurri di 500mila euro più un diritto di riscatto a 3 milioni è stata accettata in termini di cifre, ma lo Standard vorrebbe che questo incasso fosse obbligatorio nella prossima stagione. Importante per un portiere di 33 anni. Su questo punto però il Napoli sta facendo resistenza ed è qui che la trattativa si è impantanata da giorni.

L'infortunio di Meret e la prestazione disastrosa di Karnezis contro il Liverpool hanno però accelerato la questione. La società campana vuole chiudere, Ancelotti chiede una sicurezza in più tra i pali e i contatti telefonici tra le parti si intensficheranno per trovare la quadra. L'accordo economico col portiere è già stato trovato: 1,2 milioni di euro a stagione e in caso di riscatto un contratto biennale con opzione per il terzo.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments