"Milan, sarà mercato a costo zero"

"Non parte e non arriva nessuno senza il benestare di Gattuso. Non sappiamo quanto abbiamo in tasca"

  • A
  • A
  • A

Il mercato del Milan sarà "a costo zero". L'ammissione è arrivata dal ds rossonero Mirabelli che ha voluto spiegare la situazione ai tifosi: "Non devono credere a tutti i nomi che si leggono. Noi abbiamo le idee chiare, sia in entrata che in uscita. Sarà il Milan di Gattuso e ogni operazione dovrà avere il suo benestare. Se non vorrà non venderemo nessuno". Zaza si avvicina: "Non stiamo considerando acquisti, non sappiamo quanto abbiamo in tasca".

In attesa di capire quale sarà il futuro societario tra i debiti di Mr Li, le trattative per la cessione di quote di minoranza e l'esito del ricorso al TAS per l'esclusione dall'Europa League, in casa Milan il mercato è immobile. Di nomi ne girano tanti, suggestioni o poco più e a tal proposito a mettere i punti sulle i ci ha pensato il ds Mirabelli: "Questo sarà il Milan di Gattuso. Non stiamo pensando a nessun acquisto in quanto non sappiamo quante risorse abbiamo a disposizione. Un po' quando hai fame e sei fuori casa, apri il portafoglio e decidi se devi andare a prendere un panino con la mortadella o puoi pasteggiare al ristorante con caviale e champagne. Lo sapremo dopo qualche cessione".

Gattuso al centro del progetto tecnico, cercando di trattenere i big e sfruttare qualche occasione a prezzi contenuti: "Sarà un mercato a costo zero, ma ogni operazione in entrata e in uscita dovrà essere avallata dal tecnico. Ci sono diversi giocatori che hanno offerte, se Gattuso vorrà fare a meno di qualche big lo ascolteremo e valuteremo cosa fare, ma se li vorrà tenere tutti lo faremo. Sarà il suo Milan. L'anno scorso avevamo una base giovane, quest'anno ci serve qualche giocatore d'esperienza. Noi sappiamo bene cosa fare e abbiamo le idee chiare".

Sui nomi circolati Mirabelli ha fatto luce: "Non stiamo pensando ad acquisti perché non sappiamo ancora quanto possiamo spendere. Kalinic ha tante richieste in giro per l'Europa, ma Atletico e Siviglia sono quelle più vicine a prenderlo. Gomez? Avevamo l'accordo col Boca Jrs, ma hanno avuto un problema tra di loro. Gli abbiamo dato due giorni per risolvere la cosa".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments