ADDIO IN VISTA

Luis Alberto, l'agente avvisa la Lazio: "Non è a suo agio, serve una soluzione"

Il club intanto si guarda intorno: fari puntati su Ilic, Oliver Torres e Bourigeaud

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Luis Alberto torna a far discutere in casa Lazio in vista della sessione di gennaio del calciomercato. Dopo mesi complicati agli ordini di Sarri e un minutaggio basso, lo spagnolo è uscito infatti allo scoperto tramite il suo agente, confermando la voglia di cambiare aria per giocare con più continuità. "Tutto è rispettabile e giustamente tocca all’allenatore decidere - ha dichiarato al Corriere dello Sport Miguel Alfaro -. Ma è anche rispettabile che un giocatore che fa già parte della storia del club, che ha vinto titoli, che ha dato e sta dando tutto ancora per la Lazio, non si senta a suo agio in una situazione come questa". "Per questo sia la società che noi vogliamo trovare un modo per non continuare a convivere con una situazione scomoda visto che Luis vuole confermare di avere ancora tanti anni di calcio davanti" ha aggiunto.

Vedi anche Luis Alberto vicinissimo al Siviglia: passi avanti per Ilic alla Lazio lazio Luis Alberto vicinissimo al Siviglia: passi avanti per Ilic alla Lazio

Parole chiare, che da una parte sottolineano le difficoltà del giocatore e dall'altra la volontà di non andare a un braccio di ferro con la Lazio. "Sicuramente la situazione si risolverà, anche se si dovesse accettare che nel calcio spesso i cicli possono finire", ha continuato Miguel Alfaro. Precisazione che lascia intuire la necessità di trovare una soluzione che accontenti tutte le parti in causa. Con Sarri, del resto, Luis Alberto non ha mai legato soprattutto per problemi tattici ed è partito titolare poche volte. Nel 4-3-3 lo spagnolo è considerato infatti dal tecnico più un lusso che una necessità. Un giocatore troppo leggero, poco fisico e dinamico per supportare il tridente. 

Situazione già affrontata questa estate in fase di calciomercato, senza raggiungere però la fumata bianca per un eventuale trasferimento. Un po' per le richieste economiche della Lazio, che valutava il Mago intorno ai 30 milioni, un po' per provare a far cambiare idea a Sarri con le prestazioni. Tentativo che non è andato a buon fine come sottolinea lo scarso utilizzo dello spagnolo e che inevitabilmente ora rimetterà le parti attorno a un tavolo per trovare la quadra e guardare avanti. 

Vedi anche Lazio, si fa largo l'idea Lo Celso come erede di Luis Alberto lazio Lazio, si fa largo l'idea Lo Celso come erede di Luis Alberto

Da una parte Luis Alberto non ha mai nascosto di voler tornare a giocare in Spagna. Oltre al Siviglia, già interessato in estate, sulle sue tracce ci sarebbero Valencia e Villarreal. Ma anche il Bayern di Monaco starebbe monitorando la situazione con grande attenzione. Cifre alla mano, vista la situazione, le richiesrte della Lazio potrebbero abbassarsi un po' o potrebbero essere valutate soluzioni alternative. Per quanto riguarda il Siviglia, infatti, si parla di un possibile scambio con Oliver Torres. Ipotesi interessante, ma che non esclude anche altre piste in casa Lazio per rimpiazzare eventualmente Luis Alberto.

Al netto della necessità di cedere qualche giocatore e far cassa, infatti, Sarri avrebbe puntato anche due altri obiettivi. Il primo, in pole nelle preferenze del tecnico, è Ilic, già "bloccato" per un certo periodo in estate. Si tratterebbe di un'operazione tra i 15 e i 18 milioni di euro, avviata magari con la formula del prestito con obbligo di riscatto. L'altro nome sulla lista del tecnico biancocleste poi sarebbe quello di Bourigeaud, ma il 28enne francese ha appena rinnovato col Rennes fino al 2026 e il suo cartellino viene valutato almeno 15 milioni di euro. In casa Lazio si studia una soluzione per Luis Alberto.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti