MANOVRE BIANCONERE

Juventus, Rugani la chiave per arrivare a Koopmeiners? 

Giuntoli non molla il centrocampista dell'Atalanta, che è alla caccia di un difensore con esperienza anche in Champions per sostituire Okoli

  • A
  • A
  • A

Cristiano Giuntoli è scatenato. In pochi giorni il direttore tecnico della Juventus ha regalato al nuovo tecnico Thiago Motta tre colpi importanti come Douglas Luiz, Khéphren Thuram e il portiere Michele Di Gregorio, ma il sogno neanche troppo nascosto dell'uomo del marcato bianconero è Teun Koopmeiners e per arrivare al centrocampista olandese dell'Atalanta, come svelato dal nostro esperto Claudio Raimondi, Giuntoli ha in mente un piano preciso. La Dea continua a chiedere 60 milioni per il suo gioiello, troppi per i bianconeri, ma per abbassare le richieste e trovare la quadra la chiave potrebbe essere Daniele Rugani, fresco di rinnovo ma considerato non indispensabile. 

L'Atalanta infatti, che ha ceduto Caleb Okoli al Leicester per 15 milioni di euro e ha Giorgio Scalvini ancora infortunato, è alla caccia di un difensore con esperienza anche in Champions League per allargare la rosa a disposizione di Gasperini e Rugani potrebbe essere il profilo giusto perché lo stipendio inferiore ai due milioni di euro è sostenibile e perché il giocatore gradirebbe molto la destinazione. 

Per la Vecchia Signora Rugani sarebbe certamente un sacrificio, perché anche se con la difesa a quattro i bianconeri avranno bisogno di meno centrali, bisognerebbe comunque tornare sul calciomercato per inseguire un altro profilo, a meno che questo non possa essere Dean Huijsen, che è rientrato dal prestito alla Roma e potrebbe restare a Torino.

Rugani nella stagione 2023-2024 ha giocato 18 partite, di cui 17 in Serie A e una in Coppa Italia, per un totale di 1.189 minuti in campionato e 90 nell'altra competizione. L'ex Cagliari si è tolto anche la soddisfazione di segnare 3 gol pesanti.

Vedi anche Juve, la stagione inizia con la grana Chiesa: rinnovo al ribasso, addio o panchina juventus Juve, la stagione inizia con la grana Chiesa: rinnovo al ribasso, addio o panchina

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti