IL RITIRO

Svizzera: si ritira Stephan Lichtsteiner, 7 scudetti con la Juve

Il terzino svizzero: "Sin da piccolo volevo diventare calciatore. Ho potuto vivere il sogno che avevo da bambino"

  • A
  • A
  • A

A 36 anni, dopo l'ultima stagione all'Augsburg, Stephan Lichtsteiner dice basta e lascia il calcio giocato. Lo ha annunciato lo stesso terzino svizzero nel corso di una conferenza stampa. "Sin da piccolo volevo diventare calciatore - le sue parole - Ho potuto vivere il sogno che avevo da bambino". In Italia ha vestito le maglie di Lazio e Juventus: con i bianconeri ha vinto 14 trofei in 7 anni (7 scudetti, 5 Coppe Italia e 4 Supercoppe italiane). 

Nella sua carriera Lichtsteiner ha vestito le maglie di Grasshopper, Lilla, Lazio, Juventus, Arsenal e Augsburg. Ha conquistato un campionato svizzero, sette Scudetti, cinque Coppe Italia e quattro Supercoppe italiane. Ha vestito la maglia della nazionale svizzera per 108 volte (8 reti). Convocato per la prima volta nel 2006, ha preso parte ai Mondiali di Sudafrica 2010, Brasile 2014 e Russia 2018 e agli Europei di Austria-Svizzera 2008 e Francia 2016.

"Sin da piccolo volevo diventare calciatore. Ho potuto vivere il sogno che avevo da bambino. Dopo grandi sfide con molti alti e pochi bassi porto con me molte belle esperienze, che mi aiuteranno in futuro. D'ora in poi voglio proseguire su due piani: da un lato svolgendo i corsi da allenatore, dall'altro cercando sfide nel settore economico. La durata della carriera di un calciatore è limitata. Ho potuto giocare fino a 36 anni ad alti livelli. Ora è arrivato il momento di intraprendere una nuova strada. È stato un bel periodo e mi sono divertito molto. La Nazionale? Ogni torneo è stato un evento incredibile. Sempre da pelle d‘oca. Peccato soltanto che nelle ultime tre fasi finali abbiamo mancato i quarti di finale per pochissimo".

Il suo nome è legato indissolubilmente a quello della Juve, grazie a 14 trofei in 7 anni. "La Juventus era già prima di questo periodo un brand di livello mondiale, ma sportivamente a terra. Siamo riusciti a costruire una generazione di vincenti, riuscendo a vincere in sette anni ben 14 titoli. È stata sicuramente la fase della mia carriera di maggior successo, che mi ha caratterizzato di più. Gli unici motivi di rammarico sono le due finali di Champions League perse".

ILTWEET DELLA JUVENTUS

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments