Formula E, i piloti Bmw tra simulazioni, allenamento e beneficenza

Gunther e Sims si sono organizzati per la sosta forzata del campionato in attesa di tornare in pista

  • A
  • A
  • A

Il campionato di Formula E sta cercando di capire quando poter tornare in pista, ma squadre e piloti non stanno certo fermi ad aspettare. E così ci si organizza tra allenamento fisico, gare virtuali e nuovi hobby. In casa Bmw, poi, ne hanno approfittato per tenersi in forma con il simulatore di guida delle monoposto elettriche utilizzato da Max Gunther e Alexander Sims, i due piloti ufficiali dell'Andretti Motorsport.

L'inglese, poi, sta sfruttando la pausa legata all'emergenza coronavirus per godersi la vita in famiglia e i suoi tre figli. “Alla luce della situazione globale eccezionale, è strano avere così tanta gioia con il famiglia, ma ad essere sinceri è esattamente ciò di cui ho bisogno in questo momento difficile", ha detto,

Senza dimenticare chi sta soffrendo in questo momento difficile: "Il mio ingegnere di pista ha avuto l'idea di chiedere alle persone e ai team coinvolti negli sport motoristici l'equipaggiamento di protezione di cui disponevano, raccogliendolo e poi donandolo agli ospedali. Principalmente abbiamo raccolto guanti, da tutti i tipi di squadre, mascherine, occhiali, panni per la pulizia, prodotti per la pulizia e tute protettive. È stata una grande idea che il mio ingegnere ha avuto e sono grato di poter fare la mia parte e fare qualcosa per aiutare in questo momento difficile. Non c'è molto altro che puoi fare per aiutare in questo momento, oltre a rimanere a casa e prevenire la diffusione della malattia".

Vedi anche I piloti votano Roma: è il tracciato più bello di Formula E Formula E I piloti votano Roma: è il tracciato più bello di Formula E

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments