GP UNGHERIA

Qualifiche Ungheria, Leclerc: "Pista complicata, ma ci proverò". Sainz: "Mi dispiace, sarà dura"

La gara ungherese partirà dalla quarta fila per la Ferrari, con Leclerc in settima posizione in griglia

  • A
  • A
  • A

Non è il sabato che la Ferrari si sarebbe aspettata di vivere in Ungheria quello che poi è venuto fuori dalle qualifiche all'Hungaroring. Una SF21 a muro e costretta a partirà dalla quindicesima posizione in griglia, quella di Sainz, e l'altra relegata in quarta fila, quella di Leclerc, che significano gara di rimonta e di fatica per il box di Maranello. Lo sa il monegasco, che comunque proverà di tutto: "Per dimostrare di avere il passo dobbiamo essere davanti, dobbiamo guadagnare in partenza e ci proverò”.

“Peccato, solo 75 millesimi dalla quarta posizione. Oggi abbiamo fatto fatica, il primo giro in Q2 ho avuto problemi col posteriore col cambio vento, poi non sono riuscito a migliorarmi" ha spiegato Leclerc. Il mnegasco ha aggiunto: "Il passo gara è buono, ma la pista è complicata ed è difficile sorpassare. Sainz? Mi ha detto che ha perso il controllo del posteriore, anche io mi stavo facendo sorprendere e sono stato fortunato".

Sconsolato Carlos Sainz, che ha concluso anzitempo la sessione di Q2 con la sua SF21 sorpresa da una forte raffica di vento che lo ha portato a muro: "Oggi non era facile guidare, ma non lo era per nessuno e non voglio utilizzare delle scuse. Sono sorpreso di quello che è successo, sono andato ai box per vedere cosa potevo fare di diverso ma anche se fossi entrato in curva più lentamente c’era comunque troppo vento. Sono andato in sovrasterzo, chiedo scusa alla squadra perché domani ci sarà tanto lavoro da fare. Non so se ci sarà il cambio da sostituire, la gara di domani sarà complicata perché sorpassare qui non sarà facile. Solo con una buona partenza e strategia possiamo prendere punti, ma più di così non potrò fare”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments