GP UNGHERIA

Libere Ungheria, Bottas: "Siamo partiti bene". Hamilton: "Che caldo, le gomme si sciolgono"

La soddifazione dei due piloti Mercedes che chiudono il venerdì di libere davanti a tutti

  • A
  • A
  • A

È un venerdì più che positivo per la Mercedes che al termine della prima giornata di libere del GP d'Ungheria all'Hungaroring di Budapest ne esce consapevole di poter far male alla Red Bull. Entrambi i politi delle "Frecce Nere" hanno dovuto fare i conti con un caldo inatteso in terra ungherese, fattore che secondo Valtteri Bottas ha reso complicata la gestione delle gomme: "C'è molto caldo oggi, per me che sono finlandese non è di certo la temperatura migliore per correre. Nel long run si sente e si suda tanto, ma è molto complicato per la gestione delle gomme".

"Non è andata male rispetto agli altri, siamo partiti piuttosto bene. Ultimamente abbiamo fatto miglioramenti quando fa caldo, non abbiamo fatto male oggi ma non si vede mai il quadro completo del lavoro dei team il venerdì" ha detto il finlandese.

Soddisfazione e lavoro comunque da analizzare per Lewis Hamilton, che dopo il ritorno al successo a Silverstone vuole continuare la rimonta al primo posto ai danni di Verstappen: "Oggi in macchina faceva tantissimo caldo, la giornata è stata faticosa perché le gomme si scioglievano in pista. È difficile trovare il bilanciamento giusto, una pista diversa rispetto alle ultime ed è stato interessante capire come gestire il tutto. Le sensazioni non sono state positive, ma siamo tutti sulla stessa barca. Vederci davanti col passo gara fa piacere, stasera analizzeremo il tutto per capire come ottimizzare la macchina".

Terzo tempo e qualche problema nella simulazione passo gara per Max Verstappen, che però non si è detto preoccupato: "Non abbiamo avuto particolari difficoltà, ma abbiamo provato alcuni cambiamenti tra le FP1 e le FP2 e dobbiamo verificare cosa abbia funzionato e cosa no. Ovviamente nella valutazione complessiva si deve tener conto anche delle temperature elevate della pista. Dobbiamo migliorare in vari aspetti. Dobbiamo crescere non solo sul giro secco, ma anche sul passo gara. Ci sono molte cose da esaminare, ma nulla di così scioccante”.

“Il divario dalla Mercedes non mi è sembrato così enorme da non poter essere ricucito. Oggi è stata una giornata non facile a causa delle temperature decisamente elevate, ma adesso analizzeremo tutti i dati. Sono fiducioso di poter migliorare, ma non solo in caso di miglioramento delle condizioni climatiche. Vedremo" ha detto l'olandese, attuale leader della classifica piloti.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments