f1 miami

Libere GP Miami, Hamilton: "Veloci, ma macchina non cambia". Verstappen: "Troppi problemi"

La Mercedes sorprende in Florida con Russell e Hamilton, il campione olandese invece si lecca le ferite

  • A
  • A
  • A

Prima giornata di prove libere sorprendente a Miami, dove la Mercedes sembra essere ritornata più forte che mai dopo l'avvio di stagione da dimenticare. A guidare la giornata di libere è la W13 di George Russell, soddisfatto ed entusiasta del risultato ottenuto nonostante i tanti interrogativi: "Onestamente non so spiegare come mai siamo andati così bene, ma è soltanto venerdì e non dobbiamo entusiasmarci troppo. In FP2 abbiamo lavorato per sfruttare l'assetto, è stata una giornata produttiva e forse è il miglior venerdì della stagione".

Tanti dubbi anche per Lewis Hamilton, quarto in FP2 e con una Mercedes ancora da decifrare: "Sembriamo più veloci, anche se la macchina sembra la stessa di sempre. Abbiamo problemi di porpoising e di bilanciamento, la macchina è migliorata sì, ma di poco".

Chi invece non può ritenersi soddisfatto è Max Verstappen, che nel corso delle seconde libere si è dovuto ritirare ai box a causa di problemi alla sua Red Bull: "Non è stata una buona giornata, volevo imparare in questa pista per prendere ritmo e non è stato possibile. Ho avuto problemi idraulici appena sono uscito dai box, non riuscivo a sterzare e i freni hanno preso fuoco. Dovrò cercare di recuperare, non abbiamo informazioni e gli altri sanno più di noi. Non è una scusa, guarderemo a noi stessi perché dobbiamo e possiamo fare di più".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti