GP EMILIA ROMAGNA F.1 PROVE LIBERE 2

Libere 2 ad Imola: Bottas precede Hamilton. Exploit di Gasly (3.) davanti alle Ferrari ma Leclerc sbatte alla Rivazza

Brivido finale per il ferrarista al termina della seconda sessione di prove libere, ancora una volta dominata dalle Frecce Nere.

di
  • A
  • A
  • A

Imola è una delle sue piste preferite e si vede: Valtteri Bottas imbattuto nella prima giornata di prove del GP dell'Emilia Romagna che si chiude con l'uscita di pista di Charles Leclerc che va dritto nel finale della FP2 alla seconda curva della Rivazza. Il ferrarista, incolume, quinto alle spalle del compagno di squadra Carlos Sainz nel turno dominato dalle Mercedes (dieci soli millesimi tra Bottas ed Hamilton, con Pierre Gasly splendido terzo (+0.078) sulla pista di casa di Alpha Tauri. 

Ferrari protagonista nel bene... e nel male nella seconda ora di prove libere del GP dell'Emilia Romagna: Charles Leclerc e Carlos Sainz in pratica replicano la performance della sessione inaugurale (a posizioni invertite e con Sainz a meno di tre decimi dalla vetta) ma il monegasco (+0.820) chiude il venerdì di Imola con danni all'anteriore della sua SF21 contro le protezione all'uscita della seconda curva della Rivazza, quella più "piatta" ma ugualmente impegnativa. Nessuna conseguenza fisica per Charles ma un po' di lavoro in più per i meccanici di Maranello. Non cambia il bilancio - molto positivo - della giornata delle Rosse che lascia intravvedere qualche chance in più del previsto di andare alla caccia del podio. 

Davanti a tutti ci sono le W12 Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, separati da dieci millesimi di secondo..! L'exploit del finlandese (doppio, appunto) non deve però stupire, visto che Valtteri aveva strappato al proprio ingombrante compagno di squadra la pole position ad Imola già lo scorso autunno, al ritorno del Mondiale sul circuito intitolato ad Enzo Ferrari ed al figlio Dino dopo quattordici anni di assenza. Senza peraltro dimenticare che era stato poi... inevitabilmente il "Re Nero" ad aprire la doppietta Mercedes nel GP del 1. novembre, passo decisivo verso il suo settimo titolo iridato.

Se Mercedes e Ferrari hanno praticamente ricalcato al pomeriggio le performances della mattinata, a cambiare è il nome del pilota capace di inserirsi tra le Frecce Nere e le Rosse di Maranello: a prendere nella FP2 il posto occupato nel primo turno da Max Verstappen con la Red Bull è stato Pierre Gasly (+0.078)con la "sorella minore" Alpha Tauri, team per il quale Imola è la gara di casa e che ha piazzato nella top ten anche l'altra AT02, grazie al settimo tempo di Yuki Tsunoda (+0.860). Giornata di alti e bassi per la Red Bull. Nella FP2 Verstappen non è andata oltre una manciata di giri prima di accostare a bordo pista proprio davanti ai box, dopo aver spento la sua RB16B a causa di un problema tecnico. Al mattino era stato Sergio Perez (protagonista di un malinteso in pista con Esteban Ocon) a doversi fermare dalle parti della Tosa con la posteriore sinistra della sua monoposto dechappata dopo il contatto con la Alpine del francese. Perez ha comunque chiuso la seconda sessione con il sesto tempo, ad 850 millesimi da Bottas.

Alfa Romeo entra nella top ten grazie al nono tempo di Antonio Giovinazzi (+0.962) alle spalle della McLaren di Lando Norris e davanti all'Aston Martin di Lance Stroll, costantemente più veloce del compagno di squadra Sebastian Vettel (solo quindicesimo). Continua a stupire la Williams, in particolare con Nicholas Latifi che, per la seconda volta nella stessa giornata, si permette il lusso tenersi dietro la FW43B gemella del ben più quotato George Russell: dodicesimo tempo per il canadese, diciassettesimo "Prince" George, autore di un inizio di weekend sottotono. Williams comunque sorprendente: cattiva notizia per i diretti rivali delsempre più modesto team Haas, plafonato a fondo gruppo: con il giovane Schumacher mezzo secondo più veloce del compagno di squadra Mazepin.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments