FORMULA 1

 Leclerc: "Sono incazzato, mai abbastanza veloci nei due giorni di prove"

Il clan ferrarista costretto a puntare tutto sulla tradizionale imprevedibilità della prova canadese

di
  • A
  • A
  • A
 Leclerc: "Sono incazzato, mai abbastanza veloci nei due giorni di prove" - foto 1
© Getty Images

"Sono un po' incazzato... Non avevamo grip. Ogni volta che siamo scesi in pista in questi giorni abbiamo fatto tempi tra l'ottavo e il dodicesimo. Ho fatto il mio time attack troppo presto, è stato un errore. Poi nel secondo sono stato ostacolato da una McLaren. La realtà che non siamo stati abbastanza veloci. Diciamo che è stato tutto l'insieme che non ha funzionato". Charles Leclerc amaro e senza peli sulla lingua al termine di una qualifica falimentare per la Scuderia di Maranelloun brusco risveglio dal sogno - avverato, peraltro - delrecente trionfo di Montecarlo. Charles lascia aperta una porticina per il Gran Premio.  

 Leclerc: "Sono incazzato, mai abbastanza veloci nei due giorni di prove" - foto 2
© Getty Images

Obbligato a puntare tutto su uno dei GP più imprevedibili del Mondiale anche il Team Principal delle Rosse Frederic Vasseur.

"Non è il risultato che ci aspettavamo. Abbiamo sofferto con le gomme ma non cerco alibi: abbiamo avuto tutti problemi con le gomme, tranne la Mercedes. Non siamo riusciti a fare il massimo delle nostre possibilità ma nelle prove libere abbiamo mostrato di essere in possesso di un buon passo. Concentriamoci quindi sulla gara".

Per finire, bilancio amaro anche per Carlos Sainz:

"Con un giro senza errori o montando le gomme nuove nel secondo time attack invece che nel primo forse si poteva andare in Q3. C'erano tante cose che si potevano fare meglio ma non si va tanto lontano se sei al limite già in Q2 e questo lo avevamo capito anche prima". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti