GP AUSTRALIA

Leclerc: "Non abbiamo sfruttato il potenziale". Sainz: "Tutti vicini, gara imprevedibile"

I due ferraristi delusi dall'esito delle qualifiche, anche Vasseur deluso: "Le cose non sono andate nel verso giusto"

di
  • A
  • A
  • A

"C'era il rischio della pioggia a fine qualifiche, quindi ho deciso di fare un solo giro di lancio prima del mio ultimo giro veloce ma nel primo settore mi sono trovato davanti un po' troppo a lungo Sainz che stava scaldando gli pneumatici. È un peccato, dobbiamo capire cosa sia successo ma al di là di questo non credo che sarei riuscito a fare molto meglio". È un Leclerc amaro ed anche un po' rassegnato quello che si consegna ai microfoni al termine delle sue (e della Ferrati tutta) qualifiche australiane.

Leclerc: "Non abbiamo sfruttato il potenziale". Sainz: "Tutti vicini, gara imprevedibile" - foto 1
© Getty Images

Vedi anche Qualifiche: Verstappen, pole senza rivali. Sorpresa Mercedes, la Ferrari delude Formula 1 Qualifiche: Verstappen, pole senza rivali. Sorpresa Mercedes, la Ferrari delude "Io avevo una macchina credo già più in assetto da gara ma questo non giustifica il settimo tempo. Di sicuro non abbiamo sfruttato tutto il potenziale a nostra disposizione. Dovevo fare di più ma abbiamo anche gestito male la situazione". Abbiamo esplorato alcune variazioni di assetto, il che è stato interessante perchè sembrava che stessimo andando nella giusta direzione".

Subito davanti al monegasco (nel senso dell'allineamento sulla griglia di partenza) prenderà il via Sainz, affiancato dalla Aston Martin di Stroll che separa le due Rosse nel ranking delle qualifiche:

"Siamo tutti molto vicini, difficile dire cosa potrà succedere in gara. Siamo un po' sorpresi dalle Mercedes ma in fondo sono sempre lì, quindi... ci sta. Le Aston Martin hanno un ritmo migliore del nostro, magari però in gara potremmo essere più vicini".

VASSEUR: "COSE NON ANDATE NEL VERSO GIUSTO"
Frederic Vasseur ha ammesso che le qualifiche sono state una delusione per la Ferrari. "La qualifica di oggi è stata estremamente serrata e purtroppo le cose non sono andate nel verso giusto per noi. In Q3 eravamo al limite col tempo verso la fine della sessione e cosi' abbiamo evitato di fare il giro di preparazione con Charles (Leclerc, ndr), mentre Carlos (Sainz, ndr) non è riuscito a mettere insieme il giro, perdendo un paio di decimi in curva 1, senza i quali sarebbe potuto essere secondo o terzo", ha detto il team principal di Maranello. E ancora. "I punti comunque si assegnano domani e dopo Jeddah abbiamo lavorato per ottenere una prestazione costante e solida dalla SF-23 a livello di passo gara. Ci concentreremo soprattutto su noi stessi e prepareremo la gara nel modo migliore per rimontare: su questa pista i sorpassi non sono facili, ma sappiamo che può essere una corsa imprevedibile".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti