FORMULA 1

Hamilton: "Non sono positivo, ma in isolamento volontario"

Il pilota delle Mercedes spiega la sua situazione: "Ho avuto contatti con due contagiati, sto bene"

  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton è stato il primo a chiedere alla F1 di fermarsi e la sua battaglia personale contro il coronavirus prosegue seguendo le regole dettate dall'Oms in questo periodo difficile. Anche perché su di lui circolavano voci di positività. "Ho letto molte speculazioni sul mio stato di salute, dopo che due persone con cui ho avuto contatti sono risultate positive. Vi voglio far sapere che sto bene. Non ho sintomi e sono passati 17 giorni da quando ho visto Sophie e Idris", ha scritto il pilota della Mercedes per fare chiarezza.

Vedi anche F1, Hamilton resta a Melbourne e va... ad arrampicare Formula 1 F1, Hamilton resta a Melbourne e va... ad arrampicare Ecco cosa è successo:  "Ho parlato con il mio dottore e ho chiesto se dovessi fare il tampone. Ma la verità è che c'è un numero limitato di tamponi e ci sono persone che ne hanno più bisogno di me. Quindi la cosa che ho fatto e' di isolarmi e tenere le distanze dalle persone. La cosa più importante che ogni persona puo' fare è di essere fiduciosi, mantenere le distanze sociali il più possibile, e lavarsi bene le mani regolarmente e per almeno 20 secondi".

 

Vedi anche F1, dalla pista al virtuale: Hamilton & Co. si sfidano ai videogiochi Formula 1 F1, dalla pista al virtuale: Hamilton & Co. si sfidano ai videogiochi