FORMULA 1

GP d'Australia prima data ufficiale del 2023: ci sarà anche il local hero Piastri?

La prossima stella del Mondiale ha nel mirino il debutto nella città australiana che gli ha dato i natali poco più di ventuno anni fa

di
  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Il calendario del Mondiale 2023 vedrà ufficialmente la luce il prossimo autunno ma il GP d'Australia brucia tutti al traguardo, ufficializzando le proprie date. La 36esima edizione della tappa "DownUnder" della Formula Uno andrà in scena sul circuito dell'Albert Park di Melbourne nel weekend che va da venerdì 31 marzo a domenica 2 aprile e vedrà per la prima volta al via un pilota originario proprio della capitale dello stato del Victoria: stiamo parlando naturalmente del promettente (e discusso) Oscar Piastri.

Al centro di una contesa legale che lo oppone alla Alpine, la squadra che lo ha allevato ma che con ogni probabilità se lo ritroverà contro nel 2023, al volante della diretta rivale McLaren, il campione in carica della Formula 2 sarà solo il terzo pilota australiano al via del GP di casa da quando la prova - nel 1999 - si è trasferita a Melbourne dopo le prime undici edizioni ospitate sul circuito cittadino propriamente detto di Adelaide. Gli altri due sono Mark Webber e Daniel Ricciardo (proprio il pilota destinato a cedere al connazionale il volante della monoposto del team papaya). Daniel però è originario dello stato del New South Wales. L'ex pilota Red Bull è invece di Perth (Western Australia): in pratica agli... antipodi dell'immenso stato australiano rispetto allo stesso Ricciardo ed a Piastri. Chissà che non sia proprio quest'ultimo a riuscire nell'impresa di essere il primo pilota australiano a vincere il GP di casa con validità iridata. Le premesse ci sono tutte ed anche... le promesse, magari sulla lunga distanza!

© Getty Images

Tornando al presente, o meglio al 2023, il GP d'Australia dovrebbe come quest'anno ospitare il terzo appuntamento di un calendario che - come ha recentemente anticipato Stefano Domenicali, dovrebbe aumentare ancora di un paio di appuntamenti e con ogni probabilità scattare con i GP del Bahrein e dell'Arabia Saudita, come peraltro avvenuto quest'anno. Il nuovo contratto stipulato tra gli organizzatori australiani e la Formula Uno prevede infatti che Melbourne ospiti "solo" cinque volte la prova d'apertura da qui al 2035. Le prime due nel biennio 2024-2025, le altre tre invece ancora da stabilire.

© Getty Images

Piastri intanto sogna un futuro... da Oscar: ben oltre la possibilità di vincere sulle strade della città nella quale è nato il 6 aprile di ventuno anni fa, s'intende! A proposito: ad aggiudicarsi quest'anno il GP d'Australia è stato Charles Leclerc, lo scorso 10 aprile al secondo dei suoi (fin qui) tre successi stagionali ed all'alba di una stagione che si annunciava trionfale per le Rosse... 

© Getty Images

Curiosamente, il monegasco è un altro dei (rarissimi) piloti in grado di puntare a vincere una prova del Mondiale sulle strade di casa (anzi del proprio luogo di nascita e residenza), senza però essere ancora riuscito a farlo... Non conta ovviamente il caso - anzi i tre consecutivi, dal 2013 al 2015 - del cosmopolita Nico Rosberg. Ce la farà prima Charles oppure Oscar? Vedremo, senza dimenticare che l'exploit lo ha messo a segno all'inizio degli anni Novanta Ayrton Senna, vincitore del GP del Brasile del 1991 e di quello del 1993 sul circuito di Interlagos, nella sua (peraltro sterminata) San Paolo.

© GET

 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti