GP AUSTRIA F.1 QUALIFICHE

GP Austria: Bottas a sorpresa in pole davanti ad Hamilton. Ferrari indietro: Leclerc settimo, Vettel 11esimo

Prima fila tutta Mercedes a Spielberg: Bottas in pole a sorpresa. Male la Ferrari: Leclerc settimo, Vettel 11esimo

di
  • A
  • A
  • A

Valtteri Bottas strappa la pole position del Gran Premio d'Austria a Lewis Hamilton per una prima fila tutta Mercedes largamente anticipata dai risultati delle prove libere. Alle spalle delle Frecce Nere scatteranno Max Verstappen con la Red Bull e Lando Norris con la sorprendente McLaren, La Ferrari deve accontentarsi della quarta fila di Charles Leclerc (settimo tempo) e della sesta di Sebastian Vettel, autore dell'undicesimo tempo e quindi escluso dal Q3.

L'alba del Mondiale regala a Valtteri Bottas una pole position nella quale probabilmente solo il finlandese credeva, soprattutto dopo essesi dovuto "accontentare" di seguire Lewis Hamilton nella classifica dei tre turni di prove libere del Gran Premio d'Austria, la prima delle due tappe iridate in programma al Red Bull Ring. Bottas ha piazzato la sua stoccata nel primo dei suoi due tentativi ed il record della pista in 1.02.939 (strappato a Charles Leclerc che nel 2019 si era spinto a 1.03.003) gli è bastato a conservare la pole nonostante l'errore che non gli ha permesso di provare a migliorarsi ulteriormente nel tentativo finale. Hamilton infatti è riuscito ad avvicinarsi al compagno di squadra ma non a batterlo: dodici millesimi di secondo che regalano a Bottas qualche metro di vantaggio sulla griglia di partenza. 

A scattare subito dietro alle Frecce Nere saranno Max Verstappen e Lando Norris. E se l'olandese (che con la Red Bull ed ha vinto le due ultime edizioni del GP di casa) non è certo una sorpresa (538 millesimi il suo distaco dalla pole), esattamente di un exploit inatteso si può parlare nel caso del giovanissimo pilota britannico (+0.687). La McLaren-Renault aveva già dato segni di grande vitalità nelle libere del venerdì ma il risultato della qualifica ha superato le aspettative. Norris ha pure battuto il più esperto compagno di squadra Carlos Sainz Jr., autore dell'ottavo tempo (+1.032) che, curiosamente, permetterà allo spagnolo di scattare al fianco del suo prossimo compagno di squadra Charles Leclerc, lontano 984 millesimi dalla pole).

Per la Ferrari un avvio di Mondiale tutto in salita, quindi. La prospettiva era quella di lottare per la seconda o al massimo la terza fila. Invece il monegasco (autore della pole nel 2019) ha faticosamente strappato il settimo tempo e quindi la quarta fila. Peggio è andata a Sebastian Vettel che non è andato al di là dell'undicesima prestazione e non ha quindi passato il "taglio" del Q2. Una disavventura nella quale il tedesco era incorso l'ultima volta in occasione del GP di Russia del ... 2014. A Spielberg la Rossa si è ritrovata lontana dalla Mercedes ma anche dalla Red Bull (terza con Verstappen e quinta con Albon) e, fatto del tutto inatteso, dietro alla migliore delle McLaren (quella di Norris, appunto) e delle Racing Point (quella di Sergio Perez, autore del sesto tempo). Completano la top ten delle qualifiche Lance Stroll con l'altra Racing Point e Daniel Ricciardo con la Renault, autori del nono e del decimo tempo.

Nella seconda parte della classifica dei tempi, subito alle spalle di Vettel ci sono le Alpha Tauri-Honda di Pierre Gasly e Daniil Kvyat, la Renault di Esteban Ocon e le Haas-Ferrari di Romain Grosjean e  Kevin Magnussen. Williams ed Alfa Romeo si spartiscono le ultime due file delle griglia. Dalla nona scatteranno George Russell e Antonio Giovinazzi. Daalla decima il veterano Kimi Raikkonen e il debuttante Nicholas Latifi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments