F1, Vettel: "Non conto sulla fortuna, ma sul duro lavoro"

Raikkonen: "Dobbiamo migliorare sempre di più sui piccoli dettagli"

Vettel a Sochi (LaPresse)

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen sono arrivati a Sochi, con la speranza di cogliere la prima vittoria della stagione per la Ferrari. "Non sono seduto qui in attesa di una gara fortunata. Stiamo lavorando duramente per far funzionare le cose", ha ammesso il tedesco alla vigilia del GP di Russia. Ottimista anche "Iceman": "I risultati stanno crescendo, dobbiamo migliorare sempre di più sui piccoli dettagli".

"I risultati non sono ancora quelli che ci aspettavamo. Le attese sono alte, quando finisci una stagione al secondo posto è chiaro che l’anno dopo aspiri ad essere il team di riferimento. Ci siamo avvicinati alla Mercedes ma non siamo ancora al loro livello. Le prime tre gare non sono andate esattamente come volevamo, ma penso che siamo in una posizione migliore rispetto allo scorso anno. E' naturale sentire la pressione, soprattutto per quanto mi riguarda", ha aggiunto. Impossibile non tornare sull'incidente con Kvyat in Cina. "Sono sorpreso che dopo due settimane si parli ancora di questo episodio. E' stato detto tutto quello che si doveva. A caldo si dicono alcune cose, anche se non credo di aver detto nulla di negativo. Con lui vado d'accordo, è stato un incidente di gara, sono cose che capitano", ha ribadito.

Anche se a farne le spese era stato Raikkonen: "Il guaio è che in questa prima fase della stagione sono state più le cose negative che mi sono capitate di quelle positive, ma siamo solo all’inizio e continuiamo a lavorare duro. Ora abbiamo soltanto bisogno di un fine settimana che fili liscio come l’olio".

TAGS:
F1
Vettel
Raikkonen
Ferrari
GP Russia
Sochi