F1, Todt porta il "circus" in Vietnam

Presentato il GP orientale, che si correrà nel 2020 sul tracciato cittadino alle porte di Hamoi

  • A
  • A
  • A

Il presidente della Fia, Jean Todt, ha inaugurato il nuovissimo circuito che ospiterà dal prossimo anno il GP del Vietnam di Formula 1, ad Hanoi. Secondo l'ex team principal della Ferrari si tratta di una grande opportunità per aprire le porte a tante altre persone con "passione" per il motorsport nel Sud Est asiatico. La capitale del Vietnam avrà il suo primo assaggio dello sfarzo e dell'eleganza glamour del "circus" quando ospiterà il suo primo Gran Premio nell'aprile del prossimo anno. Todt ha detto che spera che i fan vietnamiti vedano il cinque volte campione del mondo Lewis Hamilton e Sebastian Vettel combattere per le strade di Hanoi, portando a un'esplosione di interesse per le corse di tutti i tipi nel Vietnam.

"E' fantastico per lo sviluppo del motorsport in Vietnam e nella regione", ha detto Todt nel corso della cerimonia inaugurale per il nuovo circuito cittadino di Hanoi. "Spero davvero che presto qui ci saranno anche le strutture per ospitare altre gare", ha aggiunto. Todt spera che l'evento possa generare una nuova generazione di automobilisti vietnamiti. "Avere giovani dotati di passione per gli sport motoristici, ecco perché penso che sia molto importante coinvolgere rapidamente anche nuove categorie", ha affermato. Il tracciato sarà lungo 5,6 km e includerà strade già esistenti e ancora da costruire nell'area di My Dinh ad Hanoi, vicino allo stadio nazionale, a circa 13 km dal centro della città.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments