F1, Vettel: "Sistemare i dettagli"

Il tedesco rilancia: "Qui molte novità sulla macchina. Leclerc? Lotta che ci dà la carica"

  • A
  • A
  • A

Sebastian Vettel rilancia le ambizioni della Ferrari in vista del GP di Spagna, che si terrà domenica a Barcellona: "Qui nei test eravamo andati molto bene e nel weekend porteremo diverse novità. Sappiamo che la macchina è forte, vanno sistemati alcuni dettagli, ma la soluzione magica non esiste". E sulla lotta interna con Charles Leclerc: "Ogni anno il clima nel team è diverso, ma il morale è alto e siamo ancora più carichi di un anno fa".

La Ferrari non ha certo incantato in questo inizio di 2019, caratterizzato dalle quattro doppiette della Mercedes dopo i buoni segnali raccolti nei test invernali. Che però si tennero sul circuito di Montmelò, a pochi passi da Barcellona, lo stesso in cui il Circus torna per il Gran Premio di Spagna di questo weekend. E proprio per questo motivo, in conferenza stampa Sebastian Vettel si mostra estremamente ottimista sulle possibilità di una Ferrari che in terra catalana si presenta con diverse novità: "Noi speriamo di vedere importanti miglioramenti sulla macchina qui. Abbiamo portato qualche nuovo pezzo già a Baku, ma qui abbiamo un set di aggiornamenti completamente nuovo. Chiaramente vogliamo rendere la macchina più veloce, finora qua e là siamo stati anche discretamente competitivi, ma mai a sufficienza per rendere la macchina da prima fila in ogni GP. Ci manca qualcosa, ma nel complesso il pacchetto è promettente. Sappiamo di avere una macchina forte, il nostro problema è stata la fatica che abbiamo fatto nel mettere insieme tutti i dettagli".

C'è chi paragona la Ferrari di quest'anno al Cubo di Rubik, Vettel se la ride: "Quello è più semplice, in due minuti lo si può risolvere. Con la macchina ci proverò, il team è composto da persone di grande intelligenza che mi daranno una mano. Qui nei test invernali siamo andati benissimo, vedremo le novità cosa ci permetteranno di fare rispetto ad allora. Stiamo lavorando con tutte le nostre forze per rendere la Ferrari la macchina più veloce sulla griglia e permetterci di vincere tutte le gare che rimangono. Sin dall'Australia abbiamo faticato a ripetere le prestazioni dei test, siamo reduci da quattro gare con alti e bassi. Sappiamo però che in certe fasi abbiamo avuto ottime sensazioni, quindi la macchina è forte. Dobbiamo solo mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. Non abbiamo ancora trovato la soluzione magica, ma non l'ho mai trovata in tutta la carriera. Una soluzione magica non esiste, è tutta una questione di dettagli. Dobbiamo studiare a fondo le condizioni in cui non rendiamo e non ripeterle. Ma ricordo le sensazioni che provai qui nei mesi invernali, se riusciremo a ripeterle allora saremo davvero molto competitivi".

Infine una battuta sul confronto intestino con il compagno di scuderia Charles Leclerc e le ambizioni iridate, che per Vettel rimangono intatte: "Ogni anno la lotta interna al team è diversa, ma il morale all'interno della Ferrari è alto. Il team è in ottime condizioni, arriviamo qui con molta fiducia per i pezzi nuovi, il nuovo motore e tutte le componenti che introdurremo. Per tutte queste ragioni lo spirito è ottimo. Rispetto agli anni precedenti l'anno scorso eravamo in una posizione migliore, avevamo vinto delle gare e nel complesso eravamo stati più competitivi. Ma nonostante tutto questo, il morale è ancora meglio rispetto anno scorso. I 35 punti di distacco dalla vetta? Nemmeno sapevo quanti fossero esattamente, ma non importa. La situazione è lineare, dobbiamo iniziare a fare più punti. E più tardi inizieremo a farlo, peggio si metteranno le cose. Ma nei test eravamo avanti, poi in Australia dietro, in Bahrain leggermente avanti e a Baku leggermente indietro. Questo significa che la strada è lunga e le cose potrebbe cambiare a nostro favore. Per questo il nostro morale è alto e siamo carichi. Vogliamo lottare e abbiamo buone possibilità di vincere il titolo, le stesse dei nostri avversari".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments