F1, test Montmelò: Mercedes subito prima con Hamilton, Leclerc è solo 11°

Lavoro di aerodinamica e passo gara per la Ferrari, in pista con il monegasco dopo il forfait di Vettel

  • A
  • A
  • A

La prima giornata di test della Formula 1 in versione 2020 regala un altro sorriso alla Mercedes, con Lewis Hamilton più veloce di tutti. Il campione del mondo gira in 1’16’’976; secondo a 0’’337 il compagno di scuderia Valtteri Bottas (in testa alla fine della mattinata di Montmelò). Terzo Sergio Perez sulla Racing Point; quarto Max Verstappen con la Red Bull (stakanovista con 168 giri all’attivo). Si nasconde la Ferrari: Charles Leclerc è 11° a 1’’313.

Vedi anche F1, test Barcellona: Vettel sta male, Leclerc in pista Formula 1 F1, test Barcellona: Vettel sta male, Leclerc in pista La voce del padrone. Si può prendere ispirazione da un vecchio album di Franco Battiato per sintetizzare la prima giornata dei test di Formula 1, in vista dell’inizio ufficiale della nuova stagione. Le Mercedes, infatti, ricominciano da dove avevano terminato l’anno scorso: dominando senza indugi sul circuito di Montmelò e impressionando positivamente. Il segnale di forza agli avversari è stato lanciato, mentre Red Bull e Ferrari non spingono fino in fondo, lavorando piuttosto sul passo gara e sull’affidabilità. Dopo tanta attesa e le presentazioni delle nuove monoposto, finalmente si scende in pista. Fin dalle prime ore si nota che a Maranello la concentrazione massima sia sull’aerodinamica, una delle note dolenti del 2019 in casa Ferrari. Stante l’assenza di Sebastian Vettel per problemi di salute, Charles Leclerc porta avanti un programma diverso dagli altri, concentrandosi per lo più su un lavoro di messa a punto sulla durata: la netta sensazione è che la Rossa abbia trovato tanto carico aerodinamico, ma debba essere più veloce in rettilineo.

Lo dimostrano i parziali fatti registrare da Charles Leclerc (che chiude undicesimo al termine della giornata), apparso a suo agio nell’ultima parte del tracciato catalano (quella più guidata) e invece meno incisivo sui rettilinei. Una Ferrari insomma che nei suoi primi vagiti appare quasi alla rovescia rispetto alla sua sorella maggiore, nonostante esteticamente le due vetture sembrino ricordarsi molto. Queste le impressioni del circuito, ora spazio ai freddi dati. Qui la conferma è quella di una Mercedes regina della velocità. Le Frecce d’Argento chiudono la prima giornata di test invernali con il punto esclamativo. L’uno-due Lewis Hamilton (1:16.976) con gomme dure e Valtteri Bottas (1:17.313) con gomme medie la dice lunga sulla nuova W11. Il campione del mondo copre 94 giri, mentre il finlandese nella prima parte di questo day-1 si era fermato a 79. Un totale di 173 tornate, senza apparenti problemi, che la dice lunga sul rendimento della nuova macchina anglo-tedesca, decisamente più veloce di quanto si era visto appunto 12 mesi fa, anche nel raffronto con il miglior crono del primo giorno di test.

In terza posizione stupisce la Racing Point, apparsa molto simile proprio alla Mercedes e non a caso alle spalle dei primi due con un rivitalizzato Sergio Perez, il cui rendimento e il crono di 1:17.375 con gomme medie (58 giri) è decisamente buono. In quarta piazza si colloca l’olandese Max Verstappen: 1:17.516 il miglior tempo stabilito dal pilota della Red Bull, con tanti giri completati (168), concedendosi il lusso anche di due uscite di pista senza conseguenze. Scorrendo la classifica troviamo l’AlphaTauri (ex Toro Rosso) del russo Daniil Kvyat (1:17.516) con gomme hard (116 giri), la McLaren dello spagnolo Carlos Sainz (1:17.842) con gomme medie (161 giri), la Renault dell’australiano Daniel Ricciardo (1:17.873) con le hard (56 giri), l’altra Renault del francese Esteban Ocon (1:18.004) con gomme medie (62 giri), il britannico della Williams George Russell (1:18.168) con gomme medie (73 giri) e la Racing Point del canadese Lance Stroll (1:18.282) con gomme dure (52 giri).

I TEMPI DELLA GIORNATA
1. Lewis Hamilton (Mercedes) 1:16.976 (94 giri)
2. Valtteri Bottas (Mercedes) + 0.337 (79)
3. Sergio Perez (Racing Point) +0.399 (58)
4. Max Verstappen (Red Bull) +0.540 (168)
5. Daniil Kvyat (AlphaTauri) +0.722 (116)
6. Carlos Sainz (McLaren) +0.866 (161)
7. Daniel Ricciardo (Renault) +0.897 (55)
8. Esteban Ocon (Renault) +1.028 (62)
9. George Russell (Williams) +1.192 (73)
10. Lance Stroll (Racing Point) +1.306 (51)
11. Charles Leclerc (Ferrari) +1.313 (132)

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments