F1, Ferrari: Mick Schumacher entra nell'Academy, guiderà la Rossa

Il pilota tedesco figlio d'arte dovrebbe firmerà nei prossimi giorni e sarà in pista per i test

  • A
  • A
  • A

Mick Schumacher, figlio del sette volte campione del mondo di F1 Michael, potrebbe presto essere il nuovo tester della Ferrari nei test durante la stagione. Secondo le ultime informazioni saranno due i giovani piloti che il Cavallino utilizzerà dopo il GP di Bahrain e dopo quello di Spagna e uno è proprio il giovane tedesco figlio d'arte: il suo ingresso nella Ferrari Driver Academy è vicino a essere ufficializzato.

Un giorno di prove in Bahrain o, come sembra più probabile, a Barcellona in uno dei due "test in season" della Scuderia sarebbe un'ottima opportunità per essere valutato dai tecnici della Rossa e - come riportato da Motorsport.com - quello di Mick Schumacher dovrebbe proprio essere uno dei due nomi che la Ferrari ufficializzerà. Nella lista dei candidati ci sono anche il diciottenne australiano Marcus Armstrong, Callum Ilott e Antonio Fuoco che provò la Rossa due stagioni fa a Barcellona.

Se la situazione si dovesse concretizzare, il ritorno di uno Schumacher alla guida della Ferrari sarebbe una notizia in grado di fare il giro del mondo. Il Cavallino non ha mai escluso il suo ingaggio nell'Academy, tanto che Arrivabene lo scorso autunno dichiarò che il cognome Schumacher avrebbe trovato sempre le porte aperte in Scuderia. La trattativa per entrare nell'Academy, con la storica addetta stampa di Schumi Sabine Kehm ora manager di Mick, è in fase avanzata, manca solo la firma sul contratto.

Mick, fresco vincitore della Formula 3 Europea, nel 2019 sarà ancora legato contrattualmente con la Prema Powerteam e sarà impegnato a tempo pieno in Formula 2, ma ha già la superlicenza Formula 1. In due delle quattro giornate previste per le Scuderie per testare le monoposto, sarà dato spazio a piloti esordienti con il ruolo che nel 2018 è stato ricoperto da Antonio Giovinazzi per la Ferrari, ora pilota titolare in Sauber.


Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments