GP ABU DHABI

F1 Abu Dhabi: Bottas continua a volare, le Ferrari devono inseguire

Le Mercedes dominano le Libere 2, Leclerc e Vettel con il 3° e 4° tempo

di
  • A
  • A
  • A

Valtteri Bottas è il pilota più veloce al termine del venerdì di libere del GP di Abu Dhabi, tappa conclusiva del mondiale 2019 di F1. Il finlandese ha chiuso la FP2 in 1'36''256, tenendosi dietro l'altra Mercedes del campione del mondo Hamilton (+ 0'310). Terzo crono per la Ferrari di Leclerc (+ 0''386, dopo una strisciata contro il muro), quarto per quella di Vettel (+ 0''435). Le due Red Bull di Verstappen e Albon alle spalle delle Rosse.

L'ultimo weekend dell'anno è dunque proseguito nel segno di Bottas e della Mercedes. Il finlandese, sfruttando la nuovissima power unit montata sulla sua W10, ha fatto la differenza anche sotto le luci dei riflettori di Yas Marina, confermandosi pronto a una super rimonta in gara, dove sarà costretto a inseguire dall'ultima casella proprio a causa della sostituzione del motore. A rovinare in parte la giornata di Valtteri è stato un clamoroso incidente con la Haas di Grosjean a circa 20 minuti dalla bandiera a scacchi, che gli è valso la prima reprimenda della stagione. Sul passo gara il più in palla è comunque sembrato il compagno di team Hamilton, deciso a chiudere in bellezza l'ennesima stagione trionfale.

Come nelle Libere 1, le Ferrari non hanno scintillato, seppure con riscontri cronometrici più in linea con quelli dei rivali: Charles ha chiuso a pochi millesimi da Hamilton, ma solo nel secondo tentativo, dopo che nel primo aveva baciato pesantemente il muro alla curva 19 (la stessa in cui era andato a sbattere Vettel in mattinata); Seb si è migliorato nel finale, avvicinandosi al compagno dopo aver inseguito a quasi 9 decimi per la prima parte della sessione. Le SF90 hanno sofferto tantissimo specialmente nel terzo settore, quello più lento e guidato, e anche sul passo non hanno dato le stesse garanzie dei rivali.

Un po' in ombra, sia nel giro secco sia nel ritmo, anche le Red Bull: Verstappen ha tenuto la scia dei migliori chiudendo a + 0''551 da Bottas, mentre Albon, reduce dall'enorme delusione di Interlagos, si è beccato oltre un secondo. In top 10 anche Grosjean, seguito dalla Racing Point di Perez e dalle due Toro Rosso di Kvyat e Gasly, che si giocherà con Sainz e Albon il sesto posto iridato. Male invece le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi: 17° il finlandese, 18° l'italiano, anche lui vittima di un testacoda alla "maledetta" curva 19, fortunatamente senza conseguenze.

LIBERE 2, I TEMPI

CALENDARIO E CLASSIFICHE

BOTTAS DOMINA LE LIBERE 1

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments