VERSO VERONA-JUVENTUS

Verona, Juric sfida la Juve: “Serve la gara perfetta”

Il tecnico gialloblù: “Possiamo fare meglio della scorsa stagione, dipende da quanto sapranno crescere i ragazzi”

  • A
  • A
  • A

"Come si affronta una 'big' come la Juventus? Quando si affrontano squadre come la Juve serve giocare in maniera perfetta e sperare che gli altri non facciano altrettanto. Noi affronteremo la squadra di Pirlo, giocando il nostro calcio e provando a fare la nostra partita, come sempre". Così Ivan Juric alla vigilia di Hellas Verona-Juventus, anticipo della 24/a giornata di Serie A. Se si può allenare la malizia dei calciatori. "Difficilmente si può allenare un aspetto come questo. È vero che al termine della partita contro il Genoa ero un po' dispiaciuto - aggiunge - perché abbiamo dominato a lungo e avremmo potuto raccogliere di più in zona gol, ma è anche vero che se l'ultima palla fosse finita sulla testa di un nostro difensore la partita si sarebbe conclusa con una nostra vittoria".

Sul paragone tra questa stagione e la scorsa. "Sono due annate completamente diverse. Lo scorso anno a questo punto della stagione eravamo già al massimo della nostra espressione calcistica - ricorda Juric - ora invece molte cose possiamo ancora migliorarle. Ci è mancato il tempo per preparare al meglio la stagione, per curare determinati dettagli, per avere un’identità tecnico-tattica più definita". "Se possiamo fare più punti della scarsa stagione? Dipende molto da quanto sapranno crescere i ragazzi. Sicuramente serve anche un po' di fortuna, ma in linea di massima dipenderà dalla crescita dei nostri giocatori", aggiunge.

Sulla formazione che affronterà la Juve, Juric non si sbilancia: "Ci sono giocatori che negli ultimi mesi hanno dato tantissimo e ora cominciano a sentire la fatica, come è normale che sia. Inserire nuovi elementi, e mi riferisco a quelli che sono arrivati o che hanno recuperato da poco, non è semplice, ma ci stiamo provando per poter aumentare una sana competizione in seno alla squadra e per avere più scelte". Capitolo singoli. "Lasagna? Kevin è un giocatore 'top', per noi. Giustamente il gol per un attaccante è un fattore importante, però è un giocatore che mi rende felice. A Genova si è creato le occasioni con movimenti intelligenti - dichiara Juric - ci ha fatto giocare bene. Noi chiediamo a tutti un certo tipo di atteggiamento e di impegno, ma gli errori li tolleriamo in un percorso di crescita". Infine, se può tornar utile contro la Juve la fisicità di Sturaro o Vieira in mezzo al campo: "Sono ottimi giocatori, il loro utilizzo è una valida opzione. Abbiamo bisogno di loro come di tutti", conclude.

Vedi anche Juventus, Pirlo: "Scudetto alla nostra portata. Dybala non verrà operato" Calcio Juventus, Pirlo: "Scudetto alla nostra portata. Dybala non verrà operato"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments