Serie B: il Lecce è secondo, 2-0 al Pescara

Gara decisa già nel primo tempo dalle reti di La Mantia e Mancosu

  • A
  • A
  • A

 Serata di festeggiamenti allo stadio Via del Mare. Il Lecce supera 2-0 il Pescara e sorpassa il Palermo al secondo posto in classifica, anche se i siciliani hanno disputato una gara in meno rispetto ai salentini. Partita già indirizzata nel primo tempo grazie alle reti messe a segno al 13' da Lamantia (tredicesimo gol stagionale per lui) e al 37' da Mancosu. Il Pescara nella ripresa rimane in dieci uomini per via dell'espulsione di Marras.

Al 4' i giocatori del Lecce protestano vibratamente perché reclamano un rigore per un fallo di mano; per l'arbitro, però, non ci sono gli estremi per il penalty. In ogni caso la formazione padrone di casa sblocca il risultato al 13': schema perfetto da calcio d'angolo, con cross di Falco per la testa di Venuti che trova a centro area La Mantia. L'attaccante romano fa 13 in stagione e il Via del Mare esplode di gioia. Alla mezz'ora una punizione a giro di Brugman calciata con grande qualità si spegne di poco a lato alla destra di Vigorito. Al 37' il Lecce raddoppia: gran giocata di Mancosu, che si aggiusta il pallone con il sinistro dopo una respinta della difesa abruzzese e calcia subito con il destro; tiro teso e angolato, imparabile per Fiorillo. Il Pescara potrebbe dimezzare le distanze allo scadere del primo tempo ma Scognamiglio colpisce di testa troppo centralmente da buona posizione e Vigorito para a terra. Al 55' ci prova Petriccione con una conclusione dal limite su assist di Mancosu; Fiorillo si distende alla sua destra e respinge, poi Falco è in fuorigioco sul rimbalzo e l'azione sfuma. La gara non regala altre particolari emozioni importanti, anche perché il Pescara rimane in 10 uomini al 79' per un rosso diretto a Marras che commette un fallo di reazione entrando in maniera scomposta su Petriccione. Il Lecce gestisce senza affanni e al 90' Colombi, appena entrato, cerca il 3-0 ma lanciato in campo aperto si presenta a tu per tu con Fiorillo che gli nega il gol in uscita. La formazione di Fabio Liverani può così festeggiare (seppure momentaneamente) la seconda posizione in classifica. Delusione invece per il Pescara che rimane alle spalle del Verona che occupa il quarto posto.

INCIDENTI NEL PREPARTITA: 2 FERITI GRAVI Prima della sfida tra Lecce e Pescara ci sono stati degli scontri tra le due tifoserie all'altezza del chilometro 19 della SS 613: due i feriti ricoverati in codice rosso. Secondo le prime ricostruzioni, i tifosi leccesi avrebbero colpito i pullman dei tifosi del Pescara con un fumogeno e alcuni sassi, con uno dei mezzi che avrebbe preso fuoco parzialmente. Due tifosi del Pescara sono stati ricoverati in condizioni definite “gravi”: uno investito, l'altro colpito da un mattone o pietra.

Anche prima della gara d'andata si erano registrati incidenti quando i tifosi abruzzesi avevano teso un'imboscata ai leccesi all'altezza di Francavilla.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments