SERIE B

Serie B: il Benevento demolisce il Trapani e vola in classifica

Viola protagonista, Inzaghi esulta: il 5-0 porta i sanniti a +12 dal gruppetto delle seconde

  • A
  • A
  • A

Il Benevento strapazza il Trapani e al Vigorito vince 5-0 una partita che certifica sempre più il suo primato solitario in vetta alla serie B. Nel primo tempo segnano Coda di testa al 10' e Viola su rigore al 32'. Nel finale i giallorossi si scatenano: al 79' arriva il tap-in di Sau, poi Viola completa la tripletta con una bordata da metà campo all'82' e un sinistro imparabile all'89'. La squadra di Filippo Inzaghi sale a +12 dalle seconde.

Continua a volare il Benevento di Filippo Inzaghi, che timbra la terza vittoria consecutiva, porta la propria serie positiva a sei partite di fila e con la cinquina al Trapani si dimostra una volta per tutte dominatore dell'attuale serie B. Il nutrito drappello delle seconde in classifica (Cittadella, Crotone, Pordenone e Perugia, tutte ancora con una partita in meno) dista ormai 12 punti e ormai il sogno di fare ritorno nella massima serie comincia sempre più ad assumere le sembianze di una realtà che si sta avvicinando a grandi passi.

Gli stregoni fanno capire di aver fretta di risolvere la partita, tanto che il gol del vantaggio arriva dopo appena 10 minuti: lo realizza Massimo Coda, abile a incornare in rete un pallone crossato dalla sinistra da Sau. La difesa ospite, però, nella circostanza si fa trovare ampiamente impreparata. La reazione granata è tutt'altro che convinta, e così al 32' il Benevento ha l'occasione di raddoppiare: l'esperto Maggio penetra in area, Fornasier lo stende e l'arbitro commina un rigore che Viola trasforma spiazzando Carnesecchi. A inizio ripresa Pettinari potrebbe riaprire il match, ma sbaglia tutto a due passi da Montipò che dal canto suo trova una parata straordinaria. Si tratta però di uno squillo isolato: le ripartenze dei sanniti mettono in apprensione costante un Trapani sempre più intimorito e che con trascorrere dei minuti abbandona la partita mentalmente e fisicamente.

Il Benevento infatti fa paura in contropiede (Viola, poi Coda e Kragl, e infine Improta sprecano). L'ultima mezz'ora si trasforma quindi in una sorta di tiro al bersaglio in cui Carnesecchi fa il possibile per mantenere il divario circoscritto a due gol: dopo un ultimo importante intervento su Coda, però, è costretto ad arrendersi e subisce tre gol nell'arco di dieci minuti. Il primo arriva al 79' ed è firmato da Marco Sau, già pronto a lasciare il campo: l'ex Cagliari però mette la sua firma sulla partita ribadendo in rete un pallone respinto dal solito Carnesecchi, che era stato bravo a dire di no a Coda dopo un assist sontuoso di Schiattarella. Il gol simbolo della serata è però quello realizzato da Nicolas Viola all'82': il Trapani commette fallo a centrocampo e sulla battuta del talentuoso calabrese non c'è pressione da nessun avversario. Viola però nota Carnesecchi fuori dai pali e si inventa una battuta di 50 metri che finisce nel sacco. Un gol che certamente rivedremo a fine anno, e che certifica il talento e la fame di vincere del Benevento ma anche la troppa distrazione di un Trapani che vede Viola andare a segno anche all'89', con un altro sinistro da campione assoluto.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments